Clan D’Alessandro, il nipote del boss resta in carcere con i 6 complici

SULLO STESSO ARGOMENTO

Restano in carcere i sette esponenti del clan D’Alessandro di Castellammare arrestati tre giorni fa dalla Guardia di Finanza su disposizione della Dda di Napoli con l’accusa di estorsione e riciclaggio.

Stamane, nel carcere di Secondigliano, dove sono stati trasferiti tutti (tranne Armando Barretta che è a Poggioreale) sono stati sottoposti all’interrogatorio di garanzia davanti al gip Fabrizio Finamore a ai pm della Dda di Napoli.

Alla presenza dell’avvocato Gennaro Somma, che difende Michele D’Alessandro junior 31 anni, nipote omonimo del defunto padrino e figlio del detenuto di lunga data Luigi D’Alessandro, si è avvalso della facoltà di non rispondere. E dopo l’interrogatorio ha potuto incontrare il padre che si trova rinchiuso nello stesso penitenziario.



Ha respinto invece le accuse il 37enne Roberto Di Somma, detto ‘o nirone, ritenuto ai vertice dell’organizzazione dei centri scommesse illegali chiusi l’altro giorno dalla Finanza.

Comportamento analogo anche da parte di Matteo Di Lieto (34 anni) e Antonio Lucchese (42 anni) che invece hanno rilasciato dichiarazioni spontanee spiegando che non mai imposto alcuna estorsione ai commercianti stabiesi ma che si sono sempre rivolti con “modi gentili” nel richiedere l’acquisto dei loro gadget durante le festività di Natale e Pasqua.

Anche il 32enne Rodolfo D’Apuzzo e lo storico affiliato Ugo Lucchese (62 anni) padre e di Antonio ma soprattutto uno dei più esperti e fidati killer ai tempi della faida per il clan D’Alessandro, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

Ora l’avvocato Gennaro Somma prepara il ricorso al Riesame chiedendo la scarcerazione per gli arrestati.

(nella foto uno dei centri scommessi sequestrati e nel riquadro Michele D’Alessandro junior).

@riproduzione riservata


Articolo offerto da Emmerre Auto - Torre del Greco
Torna alla Home

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui


Il successo di Napoli racing show con oltre 40mila presenze

Napoli Racing Show: oltre 40.000 presenze hanno gremito il lungomare Caracciolo per la prima edizione dello spettacolo motoristico che ha infiammato la città per tre giorni. Gare emozionanti, esibizioni spettacolari e un'atmosfera unica hanno reso l'evento un vero successo. Gianluca Miccio della Vomero Racing ha conquistato il trofeo assoluto al...

Salerno, picchia la compagna e la sorella: arrestato 42enne

Un uomo di 42 anni è stato arrestato dai carabinieri a Santa Marina, provincia di Salerno, per aver maltrattato la compagna e la sorella di quest'ultima. Durante una lite in casa, l'uomo ha picchiato la compagna di 43 anni, causandole diverse contusioni, e ha aggredito anche la sorella della donna,...

Avellino, banditi fanno esplodere il bancomat di Bper

Colpo dei bombaroli del bancomat ad Avellino. Ignoti stamane poco prima che albeggiasse hanno fatto esplodere un ordigno allo sportello bancomat esterno della Bper di Corso Kennedy E' accaduto intorno alle 5.10. Il forte fragore e l'allarme non hanno fatto desistere i banditi dal portare a termine il loro colpo....

Arzano, ladri scassinano il Gio’s drink: il titolare pubblica il video

Arzano - Ladri a volto scoperto sfidano lo Stato e derubano il “Gio’s drink” h24 di via Napoli. Commerciante per protesta pubblica i video sui sociali. Ancora assalti, ancora furti che non sembrano minimente fermarsi in una città ormai fuori controllo. L’amara sorpresa la mattina presto quando arrivando davanti all’ingresso,...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE