Anziano aggredito da baby gang ad Afragola, il prefetto aumenta la vigilanza

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il prefetto di Napoli, Michele di Bari, ha ordinato un aumento dei servizi di vigilanza delle forze dell’ordine nell’area di Afragola, nel Napoletano, al fine di prevenire e contrastare ulteriori eventi criminali e forme di illegalità.

Questa decisione è stata presa durante il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, convocato in risposta all’aggressione di un anziano da parte di una baby gang locale avvenuta alcuni giorni fa nel territorio di Afragola.

Antonio, un 73enne di Afragola, ha raccontato di essere stato aggredito da una baby gang locale, subendo gravi lesioni agli occhi che hanno reso necessario un delicato intervento chirurgico per salvargli la vista.



    Questo episodio rappresenta l’ennesima aggressione perpetrata dalla stessa banda di giovanissimi, che sembra continuare ad agire impunemente spargendo il terrore tra i cittadini.

    L’avvocato Sergio Pisani, legale di Antonio, ha annunciato l’intenzione di scrivere al Ministro dell’Interno per chiedere un intervento urgente contro questa baby gang, che sta mettendo in ginocchio la città di Afragola da mesi.

    La situazione è diventata così critica che il Ministro degli Interni, Matteo Piantedosi, ha dichiarato che affrontare scontri con minori rappresenta una sconfitta, ma lo è altrettanto avere una intera città sotto scacco da parte di giovani delinquenti. Pisani sottolinea che Afragola è stata messa in ginocchio da queste baby gang, che agiscono indisturbate e si sentono padroni del territorio.

    Anziano aggredito da baby gang ad Afragola, “ho paura di uscire”

    “Ho paura di uscire: questi delinquenti sono ancora in libertà e io dopo aver subíto più di un intervento chirurgico all’occhio, adesso ho paura anche di uscire”.

    “Questa baby gang – dice ancora il 73enne – continua ad agire, anche altre persone hanno paura di questi ragazzi e ogni giorno che passa è un rischio in più per i cittadini. Sono certo che le forze dell’ordine stanno lavorando – conclude – ma nel frattempo due giorni fa è stato picchiato un altro ragazzino: il fenomeno si sta allargando”.

     


    Articolo offerto da Emmerre Auto - Torre del Greco
    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Salerno, picchia la compagna e la sorella: arrestato 42enne

    Un uomo di 42 anni è stato arrestato dai carabinieri a Santa Marina, provincia di Salerno, per aver maltrattato la compagna e la sorella di quest'ultima. Durante una lite in casa, l'uomo ha picchiato la compagna di 43 anni, causandole diverse contusioni, e ha aggredito anche la sorella della donna,...

    Avellino, banditi fanno esplodere il bancomat di Bper

    Colpo dei bombaroli del bancomat ad Avellino. Ignoti stamane poco prima che albeggiasse hanno fatto esplodere un ordigno allo sportello bancomat esterno della Bper di Corso Kennedy E' accaduto intorno alle 5.10. Il forte fragore e l'allarme non hanno fatto desistere i banditi dal portare a termine il loro colpo....

    Arzano, ladri scassinano il Gio’s drink: il titolare pubblica il video

    Arzano - Ladri a volto scoperto sfidano lo Stato e derubano il “Gio’s drink” h24 di via Napoli. Commerciante per protesta pubblica i video sui sociali. Ancora assalti, ancora furti che non sembrano minimente fermarsi in una città ormai fuori controllo. L’amara sorpresa la mattina presto quando arrivando davanti all’ingresso,...

    Napoli, danni all’auto di don Luigi Merola: “La camorra ci vuole sfrattare”

    Vetro dell'auto distrutto e lampeggiante rubato: questa mattina don Luigi Merola ha trovato la sua auto di servizio danneggiata. Il sacerdote, da anni impegnato nella lotta alla camorra, ha denunciato l'accaduto sulla pagina Facebook della sua fondazione "'A voce d'e creature". Un messaggio intimidatorio? Secondo don Merola, l'episodio è da...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE