Tre morti in due diversi incidenti stradali nel Casertano

SULLO STESSO ARGOMENTO

Due incidenti stradali si sono verificati ieri nel Casertano, causando la morte di tre persone.

A Marcianise, un uomo di 67 anni, Giuseppe Mavilio, è morto dopo essersi schiantato con la sua auto contro il Castel Loriano. L’uomo, dipendente delle Poste e residente a Grumo Nevano, avrebbe perso il controllo della sua auto, urtando una vettura e imboccando contromano una rotonda prima di schiantarsi contro il castello. L’ipotesi è che abbia avuto un malore, in quanto sull’asfalto non sono state trovate tracce di frenata. La salma è stata trasportata all’istituto di medicina legale dell’ospedale di Caserta per l’autopsia.

A Castel Volturno, invece, due uomini, un 82enne e un 40enne, sono morti in un violento scontro tra due auto. Le cause dell’incidente sono ancora al vaglio dei carabinieri.

    Si tratta di un tragico bilancio per la giornata di ieri sulle strade del Casertano



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

    Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

    Arrestato a Capodichino boss latitante di Taranto: stava fuggendo in Spagna

    Giuseppe Palumbo, un boss latitante di 35 anni della città di Taranto, è stato arrestato dalle forze dell'ordine al momento in cui stava per...

    Napoli, arrestato il complice del rapinatore che ferì l’ingegnere

    Napoli. E' stato arrestato anche il secondo rapinatore che la sera del 29 marzo 2023 partecipò al tentato omicidio di un ingegnere che stava...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE