Napoli, autobus finisce fuori strada: feriti conducente e passeggera

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il bus, in servizio sulla linea 130, è finito fuori strada mentre percorreva corso Malta a Napoli.

Il mezzo, raggiunta la fine della rampa della Tangenziale, è uscito dalla carreggiata, non è chiaro se per un malore del conducente o per un guasto, ed è sbattuto contro il guardrail e successivamente sul marciapiede.

Una donna di 74 anni, che si trovava al bordo dell’autobus e il conducente hanno riportato vari traumi ed è stata ricoverata in prognosi riservata all’ospedale Cardarelli.

    Secondo la ricostruzione dell’Usb (Unione sindacale di base) a seguito dell’impatto sarebbe stata scaraventata all’esterno del bus. Sul posto i rilievi effettuati dalla Polizia Locale sembrerebbero accreditare l’ipotesi del malore dell’autista visto che non sono stati trovati segni di frenata sul manto stradale.

     Una donna di 75 anni è ricoverata in prognosi riservata al Cardarelli

    Il mezzo è stato sequestrato. “Come Usb – afferma Adolfo Vallini dell’esecutivo provinciale – esprimiamo solidarietà e vicinanza al collega e alle persone rimaste coinvolte in questo grave incidente stradale, di cui non si conoscono ancora bene le cause. L’autobus una volta giunto alla fine della rampa della tangenziale è uscito dalla carreggiata senza controllo andando a sbattere prima contro il guardrail, e successivamente sul marciapiede.

    Al momento non si registrano vittime ma lo schianto è stato molto violento. Una donna che presumibilmente era presente in quel momento a bordo dell’autobus è stata scaraventata fuori rimanendo ferita insieme al conducente”. Sul posto dell’incidente la polizia locale, i carabinieri e diverse ambulanze del 118. La rampa in discesa da corso Malta è momentaneamente chiusa alla viabilità.

    Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia municipale di Napoli, i Carabinieri e le ambulanze del 118. La rampa in discesa da corso Malta è stata momentaneamente chiusa alla viabilità.

    Sull’accaduto interviene Adolfo Vallini, dell’esecutivo provinciale di Napoli dell’Usb: “Come USB esprimiamo solidarietà e vicinanza al collega ed alle persone rimaste coinvolte in questo grave incidente stradale, su cui non si conoscono ancora bene le cause”. 



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE