Per ‘Natale a Napoli 2023’, un selfie per amare i monumenti di Napoli

SULLO STESSO ARGOMENTO

Tre siti culturali animati dal video mapping nelle feste di Natale: piazza del Gesù, piazza San Domenico Maggiore e Borgo Vergini.

Le proiezioni sulle facciate della Chiesa del Gesù Nuovo, del Complesso monumentale di piazza San Domenico e del Palazzo dello Spagnuolo danno il via a un tour narrativo che ruota attorno alla promozione turistica di Napoli e del territorio metropolitano sul tema delle tradizioni, tra cui la musica e i giochi, mostrando alcuni dei luoghi più suggestivi che si possono visitare anche nell’area metropolitana.

Un’attività del Comune di Napoli, realizzata con il finanziamento di Città metropolitana nell’ambito del progetto “. In mostra le tradizioni e le immagini del territorio della provincia di Napoli

    Napoli è una città molto amata e, in questo momento, la più attrattiva – dichiara l’assessore al Turismo e alle Attività produttive Teresa Armato –. Abbiamo pensato di celebrare questo amore con alcune delle nostre musiche più belle e con le proiezioni di immagini suggestive sui nostri monumenti, promuovendo anche gli altri luoghi degni di attenzione dell’area metropolitana”.

    L’amore e la musica si combinano per colorare di rosso la facciata della Chiesa del Gesù Nuovo e far ascoltare a chi passeggia per il centro storico le più belle canzoni della tradizione napoletana: da “’O sole mio” a “Tu si ’na cosa grande”, passando per “Era de Maggio” e “Tu vuò fà l’americano”. Note accompagnate da giochi di luce e immagini evocative da immortalare e postare sui social per la gioia degli appassionati di selfie o per inviare un messaggio d’amore a chi si trova lontano, utilizzando gli hashtag #turismonapoli #comunedinapoli #cittametropolitanadinapoli.

    Un omaggio a Pino Daniele con la canzone “’O ssaje comme fa ’o core”, scritta da Massimo Troisi, in piazza del Gesù; mentre al Borgo Vergini sarà la voce di Totò, nato nel Rione Sanità, ad accogliere i giochi di luce che animano l’architettura del prestigioso Palazzo dello Spagnuolo, realizzato nel 1700. Una storia di magie e giochi della tradizione napoletana, invece, è il tema della proiezione in Piazza San Domenico. Tutte le narrazioni sono accompagnate dalle immagini di alcuni dei luoghi turistici più suggestivi dell’area metropolitana: dagli scavi di Pompei, Ercolano e Liternum ai monumenti di Pozzuoli, Nola, Ischia, Capri e Procida.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Voragine in via Morghen al Vomero: la strada inghiotte due auto. Ferito uno degli occupanti

    Tragedia sfiorata intorno alle 5 di stamane. Evacuato un edificio

    Giugliano, naso rotto ad ausiliario del traffico per una multa

    Una aggressione particolarmente grave ha visto un vigilino subire una frattura al setto nasale per un ticket da 50 centesimi non pagato. Il sindaco...

    Sold out a Oporto per il festival ‘SEA and YOU’ ideato da Napulitanata, unico spazio-stabile della canzone n...

    La canzone napoletana di Napulitanata seduce l’audience di Oporto e diventa regina del festival SEA and YOU in compagnia di fado e flamenco. Un festival...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

    Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE