Napoli, scoperto a Piscinola un deposito dei contrabbandieri: 2 arresti

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. Individuato nel quartiere di Piscinola un deposito di sigarette di contrabbando: la guardia di Finanza ha arrestato il trasportatore e il proprietario del del deposito.

Durante un servizio di pattugliamento lungo le principali arterie stradali di accesso alla città, i militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Napoli hanno notato un furgone sospetto che si dirigeva in un’area isolata, per poi introdursi in un deposito.

Ritenendo ambigua la presenza del veicolo in quella zona, le Fiamme Gialle hanno atteso l’uscita del mezzo, al fine di sottoporlo ai controlli di rito.Intimato l’alt, tuttavia, il conducente attuava diverse manovre per sottrarsi all’ispezione.

    I militari riuscivano comunque a fermare il furgone, scoprendo, al suo interno, 13 cartoni contenenti 650 stecche di tabacchi lavorati esteri contraffatti, replicanti noti marchi del settore, del peso di 130 Kg.

     Sequestrati 1100 chilogrammi di sigarette di contrabbando pari a 150mila euro

    I finanzieri a quel punto decidevano di estendere le attività di perquisizione anche al deposito individuato, che svelava la presenza di ulteriori casse di analoga merce.
    Il quantitativo di sigarette complessivamente sequestrato è risultato pari a 1.100 Kg che, qualora immesso sul mercato, avrebbe consentito di realizzare un profitto di circa 150 mila euro. L’autista e il proprietario del deposito, colti in flagranza, sono stati tratti in arresto.

    @riproduzione riservata



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

    Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

    Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

    Voragine in via Morghen al Vomero: la strada inghiotte due auto. Ferito uno degli occupanti

    Tragedia sfiorata intorno alle 5 di stamane. Evacuato un edificio

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE