De Luca: “Vendere il Maradona? Non è una domanda per Natale”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, e il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, hanno espresso posizioni divergenti sulla questione della vendita dello stadio Maradona.

De Luca, a margine del Villaggio Coldiretti, ha risposto con un’espressione ironica alla domanda dei cronisti sulla possibilità di vendere lo stadio. “Vendere? Ma è una domanda da cristiani da fare a me sotto Natale?”, ha detto il presidente della Regione.

In merito al conferimento della cittadinanza onoraria a Luciano Spalletti, De Luca ha detto: “Spalletti è una bella figura e su questo credo siamo d’accordo tutti e anche De Laurentiis è una bella figura e ha pure i soldi”.



    Manfredi, a margine della cerimonia per la cittadinanza onoraria a Spalletti, ha invece affermato che “bisogna dare un’alternativa a chi pratica atletica ad alti livelli, se lo Stadio Maradona sarà dedicato esclusivamente al calcio serve alternativa”.

    La questione della vendita dello stadio Maradona è ancora aperta e le posizioni dei due esponenti politici campani sono molto diverse. De Luca è contrario alla vendita, mentre Manfredi sostiene che sia necessaria per garantire l’utilizzo dello stadio anche per altri eventi sportivi.

    @riproduzione riservata




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Camorra, 50 anni di carcere per il racket del pane ai nuovi Lo Russo di Miano

    I nuovi capi del clan Lo Russo di Miano, accusati di estorsione aggravata, per il cosiddetto racket del pane hanno incassato 50 anni di carcere. Lee condanne hanno riguardato Salvatore Di Vaio, 48 anni, detto "Totore o' Cavallo",  Alessandro Festa, 24 anni, Cosimo Napoleone, 33 anni, Fabio Pecoraro, 26 anni, Giovanni Perfetto, 59 anni, detto "o' mostr ("il mostro", ndr) e Raffaele Petriccione, 25 anni, detto "Raffaele o' pazz" sono stati condannati a 7 an...

    Qualiano, 15enne in giro con tirapugni, coltello e proiettile

    Un 15enne di Qualiano è stato denunciato per il possesso di armi dopo essere stato fermato dai carabinieri in sella a uno scooter senza assicurazione. Durante un controllo alla circolazione, i militari hanno scoperto un tirapugni, un coltello a scatto di 21 centimetri e 49 cartucce a salve nascoste nel sottosella del veicolo. Il giovane, che era in compagnia di un amico,  è stato trovato particolarmente nervoso al momento dell'arresto. Il materiale è stato sequestrato insieme allo...

    Torre del Greco, sequestro beni a revisore contabile: omessa dichiarazione

    Nel contesto di un'operazione condotta dal Gruppo della Guardia di Finanza di Torre Annunziata, è stato eseguito un sequestro preventivo di 333.421,03 euro nei confronti di un revisore contabile con studio a Torre del Greco. L'azione è stata autorizzata dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura della Repubblica. Le accuse a carico del revisore contabile includono dichiarazioni infedeli e omissioni di dichiarazione. L'indagine condotta dalla Compagnia della Guardia...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE