TENTATO SUICIDIO

Benevento, pensionato si lancia nel fiume: salvato dai vigili del fuoco

SULLO STESSO ARGOMENTO

Episodio drammatico oggi a Benevento quando un pensionato di 76 anni avrebbe cercato di compiere un gesto estremo gettandosi nel fiume con l’intenzione di suicidarsi. Fortunatamente, il tempestivo intervento dei soccorritori ha permesso di salvare l’uomo e portarlo in ospedale, dove attualmente è ricoverato in condizioni critiche.

L’ex dipendente delle Poste, dopo essersi recato lungo il Ponte Santa Maria degli Angeli nel rione Libertà del capoluogo sannita, ha compiuto il gesto disperato gettandosi in acqua. Sul posto sono immediatamente intervenuti i vigili del fuoco, il cui coraggioso intervento ha permesso di recuperare l’uomo dalla corrente del fiume.

Successivamente, è stato affidato alle cure tempestive dei sanitari del 118, che lo hanno trasportato all’ospedale “San Pio”. L’anziano pensionato resta attualmente in condizioni critiche, e il personale medico sta impegnandosi per garantire le cure necessarie al suo recupero.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




LEGGI ANCHE

I piatti della Quaresima a Napoli alla trattoria e pizzeria “Ieri,Oggi, Domani”

Nel nome dei piatti della Quaresima a Napoli, la trattoria e pizzeria “Ieri,Oggi, Domani”, con il suo patron Pasquale Casillo, ha dedicato un momento...

Napoli, “Se non mi date i soldi vi uccido”, 5 studenti minacciati con un coltello da un presunto camorrista

Nella recente rapina avvenuta a Napoli, 5 studenti ventenni sono stati minacciati da un individuo mentre si preparavano a riprendere l'auto parcheggiata in via...

Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE