Napoli, poliziotti feriti in Stazione: i sindacati chiedono norme di tutela

SULLO STESSO ARGOMENTO

Importunava i viaggiatori all’interno della stazione di Piazza Garibaldi nei pressi di uno dei negozi della galleria commerciale.

Gli agenti del Compartimento Polizia Ferroviaria a quel punto hanno invitato l’uomo a calmarsi ma, lo stesso, dopo aver estratto un coltello dalla tasca, ha colpito il poliziotto sferrandogli un fendente alla mano per poi darsi alla fuga.

Ne è nato un inseguimento terminato all’esterno della stazione dove, il predetto, durante una colluttazione, ha ferito un altro poliziotto alla schiena, prima di essere bloccato e messo in sicurezza.



    Pertanto, l’indagato, 33enne gambiano, irregolare sul territorio nazionale e con precedenti di polizia, anche specifici, è stato arrestato per lesioni aggravate, resistenza a Pubblico Ufficiale e porto abusivo di arma. Infine, il coltello, con la lama della lunghezza di 10 cm, è stato sequestrato.

    “La mia vicinanza ai due agenti della Polizia ferroviaria, feriti ieri a Napoli da un cittadino extracomunitario, mentre erano impegnati in attività di controllo presso la stazione Garibaldi”. Così il ministro dell’interno, Matteo Piantedosi.

    “Ho sentito personalmente il capo della Polizia Pisani – ha aggiunto Piantedosi – per sincerarmi delle condizioni di salute dei poliziotti, vittime di una vile aggressione. A loro e a tutte le donne e gli uomini delle Forze dell’ordine, impegnati ogni giorno per garantire la sicurezza nelle nostre città, va il plauso e il mio ringraziamento”.

     Il Siulp chiede norme per tutelare gli agenti

    “Ringraziamo il ministro dell’Interno per le parole rivolte prontamente ai due colleghi. Personalmente auguro ai due Poliziotti di guarire quanto prima e li ringrazio per il servizio che rendono alla collettività con impegno e abnegazione, ma ritengo che non si possa più attendere oltre. Auspichiamo che la politica, con decisione, adotti nuove norme più stringenti ed efficaci a tutela di tutte le donne e gli uomini che vestono una divisa”.

    Così Felice Romano, segretario del sindacato di polizia Siulp, sugli agenti accoltellati ieri a Napoli. “Tutti i Poliziotti vivono oramai una realtà operativa troppo delicata – osserva Romano – rischiando quotidianamente la loro incolumità. Spero che la politica, in modo trasversale, faccia proprie le iniziative del ministro Piantedosi, il quale ha accolto il grido che come Siulp lanciamo con forza da anni, e vari i necessari provvedimenti”.

    @riproduzione riservata




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Ispezioni dei Nas nelle case di riposo: il 32% con irregolarità

    Il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, in collaborazione con il ministero della Salute, ha condotto ispezioni nazionali nelle case di riposo per anziani e strutture socio-assistenziali. Durante questa campagna di controlli sono state ispezionate oltre 600 strutture, evidenziando irregolarità in ben 191 di esse, pari al 32%. Tra le principali violazioni rilevate, 11 case di riposo non erano in regola per quanto riguarda le normative antincendio. Altre irregolarità riguardavano inadeguatezze strutturali, gestionali e autorizzative,...

    L’Orientale Napoli lancia un nuovo canale WhatsApp

    L'Università degli Studi di Napoli "L'Orientale" ha inaugurato il suo canale ufficiale su WhatsApp, diventando uno dei primi Atenei italiani a farlo. Questo canale sarà dedicato alla condivisione di iniziative aperte a tutti, non solo agli studenti, e di tutte le novità legate alle attività accademiche dell'istituto. Gli iscritti potranno interagire e commentare utilizzando le classiche reazioni ed emoji, con il vantaggio che il numero di telefono non sarà visibile al proprietario del canale, garantendo così...

    Riqualificazione della Galleria Ottocentesca sotto l’Acropoli di Velia

    Una galleria ferroviaria ottocentesca, situata a sessanta metri sotto l'acropoli di Velia, presto diventerà un deposito accessibile ai visitatori grazie a un progetto di riqualificazione. Il direttore del Parco archeologico di Paestum e Velia, Tiziana D'Angelo, ha spiegato che la galleria, un tempo in uso per collegare Battipaglia a Reggio, è stata trasformata in deposito per reperti archeologici rinvenuti nella zona. Tuttavia, a causa di problemi di accessibilità e conservazione del patrimonio, era necessario intervenire. Con...

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE