Nisida, sospetti casi di legionella nel carcere minorile

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Sospetti casi di legionella sembrano verificarsi nell’Istituto Penale per Minorenni di Nisida a Napoli, suscitando notevole preoccupazione per l’intera comunità penitenziaria, se confermati.

Le organizzazioni sindacali di Polizia Penitenziaria, Sinappe/Osapp/Uil Pa/Uspp/Fns Cisl e Fsa Cnpp, segnalano l’urgenza di immediati accertamenti e adottare misure preventive in risposta a tali situazioni.

Dopo recenti casi di scabbia, è imperativo garantire interventi seri ed autorevoli per la tutela di tutta la collettività. Il personale di Polizia Penitenziaria non può continuamente essere esposto a rischi biologici che potrebbero minacciare l’incolumità fisica.

    Oltre alle problematiche sanitarie, presso la struttura partenopea si registrano criticità organizzative e gestionali. I sindacati rivendicano diritti e tutele per la Polizia Penitenziaria, sottolineando che dieci giorni fa hanno richiesto congiuntamente un incontro al Dipartimento per la giustizia minorile a Roma, per affrontare le criticità nel distretto campano, al momento ancora prive di risposta.”



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE