Meteo: breve tregua ma poi torna maltempo con tempesta Domingos

SULLO STESSO ARGOMENTO

Breve tregua dal maltempo sull’Italia, ma un nuovo rapido peggioramento e’ previsto dal pomeriggio al Nord e sulla Toscana. Attese nuove piogge intense, forti venti e mareggiate lungo le coste tirreniche. Secondo il Centro Meteo italiano la situazione sinottica e’ caratterizzata dalla presenza di una vasta area depressionaria a ridosso del Regno Unito al cui interno agiscono due centri di bassa pressione pari a 958 hPa: Ciaran, responsabile del maltempo nelle ultime ore in Europa e Italia, e Domingos, una nuova tempesta atlantica pronta a causare nuove piogge torrenziali e venti intensi.

Sull’Italia la saccatura giunta nelle ultime ore tende ad allontanarsi verso levante, mentre una nuova perturbazione, pilotata dalla tempesta Domingos, e’ in arrivo dalla Francia. Per oggi, sabato 4 novembre, al Nord la situazione Meteo e’ inizialmente stabile con ampie schiarite, ma da ovest avanza una nuova perturbazione con nubi in aumento sulle Alpi occidentali.

Nel corso del pomeriggio nuvolosita’ in diffuso rapido aumento con precipitazioni attese su Liguria, Lombardia e Piemonte, nevose sulle Alpi a partire dai 1100-1300 metri. Nel corso della sera attese condizioni di maltempo su Liguria di levante, Lombardia e Triveneto con precipitazioni anche di moderata-forte intensita’; deboli piogge attese su Piemonte ed Emilia. Neve sulle Alpi mediamente dai 1.100-1.400 metri. Nel corso della notte nuovo miglioramento su Piemonte e ponente ligure, atteso maltempo sulle restanti regioni con piogge e temporali anche intensi su levante ligure e Friuli; su tali settori attesi oltre 100 mm di pioggia giornalieri.



    Al Centro la giornata iniziera’ con diffusa variabilita’ con residui fenomeni sul basso Lazio. Tempo sostanzialmente stabile nel corso del pomeriggio, ma con alternanza di nubi e schiarite, salvo tendenza al nuovo peggioramento sull’alta Toscana con piogge diffuse in serata e in successiva estensione in Umbria e Lazio. Al Sud residua instabilita’, specie sui settori tirrenici, con acquazzoni e temporali; piu’ asciutto con schiarite sulle Isole Maggiori, Molise e nord della Puglia. Una nuova intensa perturbazione e’ quindi in arrivo sull’Italia, con la parte piu’ attiva attesa al Centro-Nord tra la sera e la prossima notte (nuova allerta rossa). Le precipitazioni piu’ abbondanti sono ancora attese sulle stesse aree gia’ duramente provate nelle ultime ore dalle piogge alluvionali, quindi su Toscana, levante ligure e Friuli con punte di oltre 100 mm attese entro la mattinata di domenica.

    Precipitazioni intense nella prossima notte attese anche su Umbria e zone interne del Lazio. Non si esclude nuovamente la formazione di linee temporalesche autorigeneranti. Non solo piogge, ma torneranno venti di tempesta sull’Italia con raffiche da Libeccio fino a 100 km/h sulle coste di Toscana, alto Lazio, levante ligure, triestino e lungo l’Appennino dove si potrebbero toccare i 120 km/h. Mareggiate dalla sera-notte attese sulle coste del levante ligure e medio Tirreno, dove sono previste onde alte fino a 5 metri, nonche’ sulle coste occidentali della Sardegna con onde previste fino a 6-7 metri.

    La perturbazione transitera’ rapidamente sull’Italia, liberando gia’ da domenica il Nord e gran parte del Centro. La giornata del 5 novembre sara’ infatti stabile al Nord con ampie schiarite dal pomeriggio, salvo a ridosso delle Alpi occidentali dove le correnti Nordoccidentali addosseranno nubi e nevicate dai 1500-1700 metri. Instabilita’ al Centro nel corso del mattino con acquazzoni e temporali, piu’ frequenti sui settori tirrenici, ma in miglioramento. Instabile su Campania, Basilicata, alta Calabria tirrenica e nord della Puglia.




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Mattarella alla Reggia di Caserta per l’inaugurazione delle sale della Gran Galleria

    Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha visitato la Reggia di Caserta in occasione del 250esimo anniversario della nascita dell'architetto Luigi Vanvitelli e dell'inaugurazione delle sale della Gran Galleria. Accolto dalla Direttrice Tiziana Maffei e dal Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, il Capo dello Stato ha tagliato il nastro inaugurale, completando l'anno Vanvitelliano dedicato al celebre architetto. I 3000 metri quadrati recuperati ospiteranno attività educative, una sala conferenze, un nuovo bookshop e la Gran...

    Oroscopo di oggi 24 febbraio 2024

    Oroscopo di oggi 24 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno Ariete: oggi potresti sentirti particolarmente energico e determinato a raggiungere i tuoi obiettivi. È il momento ideale per mettere in pratica le tue idee e per concentrarti sulle tue passioni. Toro: potresti sentirti un po' confuso riguardo alle tue priorità e ai tuoi obiettivi. È importante prenderti del tempo per riflettere e per capire cosa è veramente importante per te. Gemelli: oggi potresti essere...

    Torre del Greco, sequestro beni a revisore contabile: omessa dichiarazione

    Nel contesto di un'operazione condotta dal Gruppo della Guardia di Finanza di Torre Annunziata, è stato eseguito un sequestro preventivo di 333.421,03 euro nei confronti di un revisore contabile con studio a Torre del Greco. L'azione è stata autorizzata dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura della Repubblica. Le accuse a carico del revisore contabile includono dichiarazioni infedeli e omissioni di dichiarazione. L'indagine condotta dalla Compagnia della Guardia...

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE