IL VIDEO

Napoli, baby gang ruba albero di Natale dal pub davanti ai clienti

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli, baby gang a volto coperto entra in un locale del centro e porta via l’albero di Natale.Alle 22.30 circa di venerdì due ragazzi a volto coperto hanno fatto irruzione nel ristorante Green M’ama in via San Giacomo portando via l’albero di Natale appena allestito in occasione delle festività. Il tutto tra lo sconcerto degli avventori ancora presenti e dei titolari. I protagonisti del furto si sono poi dileguati insieme a un gruppo di complici che li attendeva all’esterno. Le immagini registrate dalle telecamere a circuito chiuso sono state inviate al deputato di Alleanza Verdi Sinistra Francesco Emilio Borrelli.

“Quella dei furti degli alberi di Natale dai negozi e dalle strade cittadine è una tradizione delinquenziale che puntualmente si ripresenta nel corso delle festività natalizie – ha sottolineato Borrelli. Gruppi di baby criminali che imperversano nelle strade del centro facendo razzia per poi scappare tra i vicoli dei Quartieri Spagnoli. Il fine quasi sempre è quello di accatastare gli alberi per dare vita a un’altra usanza criminale che è quella dell’accensione dei fuochi di Sant’Antuono, se non di compiere atti vandalici fini a se stessi. Contro questa deriva occorre mettere in campo una presenza importante di forze dell’ordine per prevenire rapine e nuovi episodi vandalici e presidiare un territorio martoriato dalle baby gang come quello di piazza Municipio e dintorni, proprio a pochi passi da Palazzo San Giacomo sede del comune”.

“Non è la prima volta che accadono episodi del genere dichiarano i titolari del locale – abbiamo aperto a giugno 2023 e già abbiamo registrato diversi episodi di vandalismo. Prima l’insegna rotta, poi il lancio di uova nel periodo di Halloween all’indirizzo dei nostri clienti all’interno e all’esterno del locale. Per noi sono danni enormi soprattutto d’immagine. Siamo quattro giovani che hanno investito tutto in questa attività e troviamo tutto questo avvilente. Siamo davvero stanchi di ricevere queste cattiverie gratuite e ci sentiamo abbandonati a noi stessi”.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




LEGGI ANCHE

Napoli, arrestato il complice del rapinatore che ferì l’ingegnere

Napoli. E' stato arrestato anche il secondo rapinatore che la sera del 29 marzo 2023 partecipò al tentato omicidio di un ingegnere che stava...

Blitz a Pomigliano d’Arco: armi e droga, indagata famiglia peruviana

A Pomigliano d'Arco, i carabinieri della stazione locale hanno condotto un blitz presso un'abitazione situata in via Mauro Leone. L'operazione ha coinvolto un'intera famiglia...

Salerno, bancarotta fraudolenta: misura cautelare per imprenditore e commercialista

Salerno. Divieto di esercitare l'attività imprenditoriale e ricoprire cariche direttive: misura cautelare personale per due soggetti. Nel contesto di un'ordinanza applicativa di misura cautelare personale,...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE