Rubano rame dallo stadio di Cava de’ Tirreni, 2 arresti

SULLO STESSO ARGOMENTO

Due persone sono state arrestate nell’ambito delle indagini, coordinate dalla Procura di Nocera Inferiore, sui furti avvenuti lo scorso mese ai danni dell’impianto elettrico dello stadio comunale Simonetta Lamberti di Cava de’ Tirreni.

Gli agenti del Commissariato di Cava hanno arrestato due uomini, provenienti dal Napoletano, entrambi con precedenti specifici, per il reato di furto aggravato in concorso. I poliziotti, appostati nei pressi dello stadio, hanno notato l’auto utilizzata già in precedenza dai due uomini.

Appena questi ultimi sono risaliti in auto dopo aver consumato il furto, gli agenti hanno proceduto al controllo del veicolo trovando al suo interno circa 60 metri di cavo tripolare di diametro industriale contenente rame, nonché uno zaino contenente numerosi utensili e attrezzi specifici per tranciare i cavi elettrici.



    Nei loro confronti il questore di Salerno proporrà l’applicazione della misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio.




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Sant’Antonio Abate, furto di caditoie: ladro arrestato dagli agenti della Polizia Municipale

    Il sindaco Ilaria Abagnale: “Intervento immediato ha evitato problemi e rischi per la cittadinanza”

    Teatro Bolivar: per la rassegna ‘Piccole storie di eroi’, in scena ‘Pierrot Napoliter’

    Continua, con il terzo dei quattro spettacoli, la rassegna #Familyhero, a cura di Martina Zaccaro, pensata per tutta la famiglia. Il Teatro Bolivar, via Bartolomeo Caracciolo 30, diretto da Nu’Tracks, ospiterà sabato 2 marzo alle ore 17.00 la rassegna teatrale "Piccole storie di eroi" a cura di Martina Zaccaro. Lo spettacolo offerto dalla Compagnia Poster - Popolare d’Avanguardia, intitolato "Pierrot Napoliter", è parte del programma educativo per le famiglie denominato "FamilyHero". Tratto liberamente dal celebre film...

    Giugliano, tocca un cavo scoperto: giovane rom di 21 anni muore folgorato

    Un giovane di 21 anni residente nel campo rom di Scampia è morto folgorato, dopo essere stato trasportato senza vita al pronto soccorso dell'ospedale San Giuliano di Giugliano dai suoi amici. Nonostante i tentativi di rianimazione da parte del personale medico, purtroppo non c'è stato nulla da fare. Gli agenti del commissariato di polizia di Giugliano sono intervenuti presso il nosocomio di via Basile e un'indagine sarà aperta per fare luce sulla vicenda. Al momento non...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE