Traffico di droga nelle carceri di Napoli, Roma e Avellino: 30 indagti

Napoli. Ennesimo colpi di trafficanti di droga nelle carceri...

Eav difende nuovo esercizio sperimentale della Circumvesuviana

SULLO STESSO ARGOMENTO

L’Eav difende il nuovo esercizio della Circumvesuviana e anzi replica a chi, a più riprese, chiede di tornare al passato. Dopo le polemiche dei mesi scorsi sollevate da utenti e amministratori locali della città del Miglio d’Oro, negli ultimi giorni sono stati i lavoratori e gli studenti della penisola sorrentina a sollevare forti perplessità sul nuovo corso della linea NAPOLI-Sorrento, che prevede treni ad intervalli più lunghi e nessuna fermata lungo la tratta Torre Annunziata-NAPOLI.

PUBBLICITA

“In relazione alle richieste pervenute di ripristinare il servizio ferroviario delle ore 8:00 da Sorrento in direzione NAPOLI per la mobilità scolastica – precisa in una nota l’Ente Autonomo Volturno – il nuovo programma prevede una corsa alle ore 7:38 e quella successiva alle ore 8:14, entrambe effettuate in tripla composizione, e consentono di raggiungere Vico Equense rispettivamente alle ore 7:53 e alle ore 8:29. Le corse sono funzionali a tutti gli studenti che entrano a scuola (non solo a Vico Equense!) tra le 8:00 e le 8:30.

Per agevolare gli studenti provenienti da Massa Lubrense, si valuterà di anticipare la partenza del bus delle ore 7:20 e consentire l’arrivo alla stazione di Sorrento in orario utile per la corsa delle 7:38”. Inoltre, “in relazione alle richieste pervenute di ripristinare il servizio ferroviario delle ore 14 da Sorrento in direzione NAPOLI per la mobilità scolastica, il nuovo programma le soddisfa pienamente in quanto – nell’arco 13:38-14:14 – vengono effettuate due corse in tripla composizione”.

Infine, l’azienda fa sapere che “per rafforzare maggiormente il servizio di trasporto pubblico locale della penisola, a decorrere dal 21 settembre ha istituito due linee di bus integrativi, che partendo alle ore 7:00 da Vico Equense raggiungono Sorrento in circa 30 minuti”. Eav coglie l’occasione per ribadire che “il nuovo modello di esercizio è stato elaborato per risolvere il problema dei ritardi che, sulla linea NAPOLI Sorrento, erano diventati strutturalmente insostenibili: solo due corse su dieci arrivavano entro 5 minuti di ritardo. Nel corso dei numerosi incontri avvenuti in Prefettura, alla presenza dei sindaci e delle associazioni, sono stati presentati i dati di puntualità e di regolarità registrati con il nuovo modello e, visti i risultati positivi, si è convenuto di procedere con la sperimentazione”.

Inoltre, entrando nel merito, Eav evidenzia che “l’offerta di trasporto sulla direttrice NAPOLI-Sorrento è complessivamente aumentata rispetto all’inverno scorso: da 68 treni al giorno a 110, considerando l’integrazione con i treni locali tra NAPOLI e Torre Annunziata. Nel ‘vecchio orario’, dove le corse avevano un cadenzamento ogni 24 minuti, i treni realizzavano ben quattro incroci tra Pompei e Sorrento (tratta a semplice binario), con i relativi perditempo, mentre con il programma attuale il numero degli incroci si è dimezzato e l’indice di puntualità è notevolmente migliorato: otto corse su dieci giungono in orario”.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE