CHAMPIONS LEAGUE

Ancelotti: “Qui a Napoli momenti belli e brutti, ma fu esperienza positiva in città meravigliosa”

SULLO STESSO ARGOMENTO

“E’ una partita che arriva presto, siamo le due squadre meglio accreditate per il passaggio del turno. Sarà uno spettacolo interessante, perché sono due squadre forti”. Lo ha detto Carlo Ancelotti, allenatore del Real Madrid, intervenuto ai microfoni di Sky Sport alla vigilia della partita contro il Napoli in Champions League.

PUBBLICITA

Ancelotti ha ricevuto oggi il ringraziamento dal capitano azzurro Di Lorenzo per averlo lanciato. “La progressione di Di Lorenzo è stata enorme, anno dopo anno, sta facendo una ottima carriera”, ha ammesso. Ancelotti ha poi parlato delle sue di stelle: “Bellingham è un giocatore completo, molto giovane, moderno, che abbina alla classe una grande struttura fisica”.

“Speriamo di vederlo in campo, come anche Modric. Prima di queste partite ci sono tanti dubbi, per voi…. Non per me”, scherza Ancelotti. Infine sul ritorno nello stadio che oggi porta il nome di Maradona, che Ancelotti ha affrontato più volte da avversario quando era calciatore. “E’ qualcosa di particolare… Il ricordo di Maradona è sempre vivo nel ricordo di tutti, perché era Maradona. Un grande giocatore e una grande persona, non si lamentava mai di qualche colpo”, conclude.

Ancelotti: “A Napoli momenti belli e brutti, ma esperienza fu positiva”

“Qui ci sono stati momenti buoni e meno buoni, ma rimane sempre il ricordo di una esperienza positiva in una città meravigliosa – ha aggiunto Ancelotti in conferenza stampa -. Sarà la partita più difficile del girone per noi, la realtà è che non voglio dire che siamo abituati ma la maglia del Real pesa per tutti: per noi e anche per gli avversari, questo credo che aiuti”.

“Giochiamo contro una delle migliori squadre d’Italia. Sarà una partita competitiva ed equilibrata. Giochiamo contro una squadra che ha un livello elevato, che ha individualità e con un’atmosfera che li spingerà. Dobbiamo ripetere quello che abbiamo fatto bene a Girona”, aggiunge.

Sulla presenza di Modric, Ancelotti non si sbilancia. “Non so come spiegarlo…è solo una decisione tecnica avvenuta nelle ultime due partite. Può cambiare…ma un giorno può giocare Camavinga, un altro Tchouaméni. Non c’è molto da spiegare perché in ogni partita c’è qualcuno che resta fuori. Siamo in 7 a centrocampo e giocano solo in 4. Con Modric non c’è alcun problema”.

Kvaratskhelia e Osimhen? Sono due ottimi attaccanti, usciti alla ribalta nell’ultimo anno. Hanno le qualità per stare ad altissimo livello. Stanno facendo e faranno molto bene perché il talento è tanto, sotto diversi aspetti. Kvara è più bravo nell’uno contro uno, Osimhen è un attaccante potente, mobile e sempre molto pericoloso”.


Torna alla Home

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

LEGGI ANCHE

Prossima Partita

Classifica

IN PRIMO PIANO

Ultime Notizie