Napili, due migranti accoltellati in Piazza Garibaldi

Questa notte i carabinieri sono intervenuti a Piazza Garibaldi...

Pompei, chiude con 15mila presenze la Borsa Internazionale del Turismo Scolastico

SULLO STESSO ARGOMENTO

BITUS, Borsa Internazionale del Turismo Scolastico e della Didattica Fuori dalla Classe, promossa e sostenuta dalla Direzione Generale per le politiche culturali e il turismo assieme all’Assessorato allo Sviluppo e Promozione del Turismo di Regione Campania, dall’Agenzia Regionale Campania Turismo e dal Parco Archeologico di Pompei, chiude con 15mila presenze, provenienti prevalentemente da 120 istituti scolastici, medie e superiori, delle regioni Campania, Lazio, Puglia, Basilicata e Abruzzo.

PUBBLICITA

Questo il numero di persone che hanno partecipato a laboratori didattici e attività per bambini e ragazzi con CoopCulture, Scuola Italiana Comix di Napoli, La Cartiera e, all’aperto, al GIVOVA Sport Village, incontrato il testimonial, Massimiliano Gallo, e, ancora, preso parte a tanti incontri e momenti, tra spettacoli, presentazioni di libri, di anteprime e alle esibizioni delle orchestre giovanili scolastiche per la seconda edizione dello Student Music Festival, nell’arco dei quattro giorni di BITUS all’Ex Real Polverificio Borbonico. “Si chiude oggi BITUS, quattro giornate di grande partecipazione di studenti, docenti e operatori – spiega Letizia Casuccio, direttore generale di CoopCulture -.

E dopo questa edizione siamo sempre più convinti che il turismo scolastico, per il quale CoopCulture ogni giorno si impegna con attività e esperienze didattiche in oltre 200 luoghi di cultura, sia un prodotto che deriva dalla contaminazione di tutta la comunità educante, famiglie, scuole, operatori del settore e istituzioni che insieme possono progettare un’offerta che contenga anche valori di rispetto, gentilezza e senso civico, cura dell’altro. Siamo stati contagiati dall’entusiasmo degli studenti e, con questa energia positiva, ci mettiamo al lavoro per la prossima edizione”. “Dopo l’edizione numero zero, questa prima vera BITUS è stata l’ulteriore presa di coscienza che il sogno, iniziato anni fa, è diventato una realtà necessaria, superando le più rosee aspettative, rendendo un obbligo morale l’idea di continuare su questa strada”, spiega l’ideatore e organizzatore Domenico Maria Corrado.

Grande successo per il workshop d’incontro tra domanda, nazionale e internazionale, e offerta di proposte per il turismo scolastico, i viaggi studio e la didattica fuori dalla classe, in collaborazione con ENIT Agenzia del Turismo, con 90 operatori del settore come tour operator, agenzie di viaggi, vettori della mobilità, istituti scolastici di ogni ordine e grado. Tra gli incontri, la presentazione del progetto di ENIT, WeMED_NaTOUR, sul turismo marittimo e costiero per le nuove generazioni, l’incontro sull’importanza della buona alimentazione e dello sport nelle scuole per la prevenzione dell’obesità e l’educazione a corretti stili di vita, con il giornalista Peppe Iannicelli e Gennaro Velardo, Presidente Italia Ortofrutta Unione Nazionale, e l’anteprima del manifesto dei valori del turismo educativo della Regione Toscana.

Parte da BITUS anche “33 anni dopo, io speriamo che me la cavo… ancora”: i ragazzi di scuole selezionate scriveranno dei temi sulla base delle tracce dell’intramontabile libro di Marcello D’Orta. Il progetto punta a diventare uno spettacolo teatrale con Paolo Caiazzo, presente alla Borsa del turismo scolastico. BITUS 2023 è stata ideata e organizzata da Domenico Maria Corrado de I Mercanti d’Arte, assieme a CoopCulture, ingaggio e contributo scientifico BTO Educational, con il patrocinio di Comune di Scafati, Ministero del Turismo, ENIT Agenzia Nazionale Turismo e Fondazione Banco di Napoli.(lnc) 20230930T180458Z


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

facebook

LEGGI ANCHE

googlenews

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA