Musicista ucciso a Napoli, Orchestra di Sanremo: ‘Morte lascia sgomenti’

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Giovanbattista Cutolo aveva collaborato più volte nell’organico della nostra orchestra e, benché giovanissimo, si era distinto per le ragguardevoli doti musicali e il grande talento per uno degli ottoni più difficili ed esposti. Aveva anche partecipato con passione e profitto a uno dei nostri corsi di alto perfezionamento di corno”.

Così Filippo Biolé, presidente della fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo, ricorda il musicista 24enne ucciso ieri a Napoli. “La notizia della sua prematura quanto inaccettabile scomparsa ha lasciato sgomenti tutti noi – aggiunge – e a nome dell’intero comparto artistico, degli uffici e dei vertici dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo desidero esprimere alla famiglia di questo meraviglioso ragazzo i più sinceri sentimenti d’affetto e vicinanza.

Che il ricordo di Giovanbattista sia per tutti noi di benedizione e in particolare per tutti i ragazzi suoi coetanei o d’età ancor più acerba della sua, affinché in questi ultimi giorni agostani, funestati da inaudita violenza e odio in special modo tra i giovani, possano riflettere su quanto è prezioso il dono della vita, per assumere a modelli coloro che con dedizione e passione, proprio come Giovanbattista, nonostante la mole di ostacoli che frappone questa nostra società malata e colpevole, sono riusciti a comprendere l’importanza di coltivare i propri sogni e di impegnarsi per riuscire a realizzarli”.

Leggi anche



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




LEGGI ANCHE

Voragine in via Morghen al Vomero: la strada inghiotte due auto. Ferito uno degli occupanti

Tragedia sfiorata intorno alle 5 di stamane. Evacuato un edificio

A Scena Teatro workshop con Giuseppe Sartori ‘Premio Stampa Teatro’

Workshop teatrale con Giuseppe Sartori: "Premio Stampa Teatro" Il “Teatralmente parlando” è il workshop che si terrà presso l'Auditorium del centro sociale di Salerno...

Arrestato a Capodichino boss latitante di Taranto: stava fuggendo in Spagna

Giuseppe Palumbo, un boss latitante di 35 anni della città di Taranto, è stato arrestato dalle forze dell'ordine al momento in cui stava per...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE