Reddito di cittadinanza, la Cgil: “In Campania la situazione rischia di peggiorare”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Sono 36.270 i cittadini campani a cui è stato sospeso il Reddito di Cittadinanza al 31 luglio 2023. A fornire i dati è la Cgil Campania.

Nel dettaglio in provincia di Napoli sono stati 21.507 i cittadini che hanno ricevuto l’sms dell’Inps con la notifica della sospensione del reddito. Segue Caserta con 7.635, Salerno con 4.806, Avellino con 1.669 e Benevento con 1.153.

La Campania è la seconda regione, dopo la Sicilia (37.645) dove più alto è il numero di percettori di Rdc che hanno ricevuto la comunicazione di sospensione a partire dal 1° agosto, mentre Napoli resta il capoluogo di provincia con il numero più alto in Italia.

    “Questi numeri – commenta il segretario generale Cgil Napoli e Campania, Nicola Ricci – dimostrano in maniera plastica la dimensione del dramma sociale che stanno vivendo migliaia di cittadini nella nostra regione.

    Numeri che ad agosto potrebbero aumentare e a cui vanno date risposte ad un concreto problema di povertà e mancanza di sostegno economico per le proprie famiglie. Le proteste che ancora in queste ore stanno continuando a Napoli, sono la spia di una situazione d’allarme che è destinata ad aumentare con il passare delle settimane.

    Se il Governo non darà risposte concrete a questa emergenza, Comuni e Regioni si troveranno a gestire in solitudine una situazione che li vedrà impreparati e senza strumenti adeguati. In queste ore – rivela Ricci – i nostri Patronati e Caaf stanno verificando se, con la perdita del reddito di cittadinanza, sia a rischio anche l’assegno unico per i figli. Se cosi fosse, sarebbe un ulteriore attacco alle famiglie e ai diritti costituzionali”.

    Leggi anche



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Napoli, tragedia di San Giovanni a Teduccio, raccolta fondi on line per i figli rimasti orfani

    È partita una raccolta fondi organizzata da Antonio Molisso sulla piattaforma  GoFundMe per aiutare i figli della coppia di san Giovanni a Teduccio morta...

    “Giustizia per Fulvio”: la madre e l’Università di Napoli chiedono verità

    "Giustizia per Fulvio" è il grido che unisce la madre di Fulvio Filace, Rosaria Corsaro, e l'Università Federico II di Napoli, dove il giovane...

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE