soresa
Pubblicitasoresa

Napoli, muore il parente, prende a calci e pugni l’ambulanza

SULLO STESSO ARGOMENTO

Paura nel pomeriggio nell’ospedale San Paolo di Napoli dove il parente di un paziente deceduto ha sfogato la sua rabbia prendendo a calci un’ambulanza.

Lo denuncia, su Fb, Manuel Ruggiero, presidente dell’associazione “Nessuno Tocchi Ippocrate” il quale ricorda anche che si tratta dell’aggressione numero 40 del 2023 nell’ambito dell’Asl Napoli 1 (60 aggressioni totali tra Napoli 1 e Napoli 2 da inizio anno).

“Ore 16:20, momenti di tensione al pronto soccorso dell’ospedale San Paolo – scrive nel post Ruggiero – dove muore un paziente, uno dei parenti, preso dalla rabbia per la perdita, esce fuori al nosocomio ed inizia a prendere a calci e pugni l’ambulanza 118 della postazione di Pianura.


    Paura e sgomento da parte dell’equipaggio che era seduto all’interno del mezzo intento a completare la scheda inerente all’intervento appena effettuato. Ergo totalmente estranei ai fatti”.

    “Ancora una volta il nosocomio di Fuorigrotta – si legge ancora nel post – preso di mira da coloro che non sanno accettare dignitosamente la morte di un parente, servono tutele, quelle poche che sono state messe in campo sino ad ora sono palesemente insufficienti”.


    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui



    LEGGI ANCHE

    Ucciso a martellate e nascosto in cantina: l’assassino è un pentito

    È un pentito di camorra il presunto assassino di Massimo Lodeserto, il cui cadavere è stato ritrovato questa mattina in una cantina a Torino...

    IN PRIMO PIANO