Napoli. Auto esplosa in tangenziale, appello della famiglia del 25enne: ‘Non sia martire dell’innovazione, donate sangue per favore’

SULLO STESSO ARGOMENTO

La famiglia di Fulvio Filace, il 25enne il tirocinante al Cnr coinvolto nell’esplosione dell’auto sperimentale sulla Tangenziale dii Napoli, incidente per il quale nelle scorse ore ha perduto la vita la ricercatrice Maria Vittoria Prati, 66 anni, ha lanciato un appello per chiedere di donare il sangue per salvare la vita al giovane.

“È giusto che la tecnologia progredisca e vada avanti, non vogliamo però che un ragazzo pieno di sogni possa diventare un martire dell’innovazione. Fulvio è vittima di un test fallimentare che cambierà per sempre la sua vita e quella della nostra famiglia. E troppe domande oggi ci tormentano”.

E’ quanto si legge in un comunicato della famiglia di Fulvio Filace, il 25enne ricoverato nel Centro Grandi ustioni dell’ospedale Cardarelli di Napoli da venerdì scorso. Fulvio, impegnato in un tirocinio curriculare, era in un’auto prototipo di un progetto denominato “Lifesave – Make your car a solar hybrid” che ha l’obiettivo di convertire le auto tradizionali in modelli ibridi-solari.



    “Venerdì pomeriggio – sulla tangenziale di Napoli – è esplosa un’auto in transito. Una notizia ripresa presto da tutti i media locali e nazionali per la gravità dell’incidente. In quella macchina c’erano due p ricorda la famiglia nella nota una di queste era Fulvio, 25 anni, laureando alla Magistrale di Ingegneria meccanica, una vita piena di sogni, l’ambizione di lavorare in Ferrari.

    Oggi Fulvio è in coma farmacologico, intubato, con ustioni di terzo grado in gran parte del corpo e con i bronchi occlusi. La ricercatrice che era con lui, invece, è deceduta“. La nota della famiglia di Fulvio Filace si conclude con l’hashtag “Giustizia per Fulvio”.

    “La notizia della morte di Maria Vittoria Prati ci lascia tutti sgomenti, anche a nome del Consiglio comunale esprimo le più sentite condoglianze alla famiglia e alla comunità scientifica del Cnr. Mi auguro che il giovane ricercatore Fulvio Filace, anche lui coinvolto nell’incidente, superi presto la fase critica in cui si trova e torni presto dalla sua famiglia”.

    Queste le parole della presidente del Consiglio comunale di Napoli Enza Amato per la scomparsa della ricercatrice Maria Vittoria Prati, morta per le conseguenze delle ustioni subite a seguito dello scoppio dell’auto prototipo sulla quale viaggiava lo scorso 23 giugno.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Il prossimo 3 maggio segna una data speciale per tutti i tifosi del Napoli e gli amanti del cinema in Italia. Nei cinema di tutto il paese saranno proiettate anteprime speciali di "Sarò con Te", il film evento diretto da Andrea Bosello e prodotto da Filmauro di Luigi e...
    Il prefetto di Napoli, Michele di Bari, ha emesso una prescrizione che vieta la vendita di biglietti ai residenti nel Lazio per la partita di calcio di serie A tra Napoli e Roma, in programma domenica prossima presso lo stadio Maradona. Questa decisione è stata presa sulla base del...
    "Mi definisco determinato". Così Victor Osimhen, attaccante del Napoli, che a Betsson Sport ha riflettuto sul suo percorso calcistico. "Sono quel tipo di persona che non si arrende mai, in qualsiasi circostanza mi trovo. Cerco sempre di impegnarmi al massimo per raggiungere quello che mi sono prefissato". La stagione appena...
    Il numero di aprile della rivista inglese 'The World of Interiors' ha scelto l'Archivio di Stato di Napoli come sfondo per un servizio fotografico che unisce l'antico e il moderno nel mondo dell'arredamento di design. L'ambiente suggestivo del Monastero dei Santi Severino e Sossio, dove è ubicato l'Archivio, fa da...

    IN PRIMO PIANO