La “Spasseggiata Fantasiologica” a San Giovanni e Paolo di Caiazzo

Giovedì 20 giugno, nella frazione di San Giovanni...

Firenze, sgomberato l’albergo dove viveva la bimba scomparsa

SULLO STESSO ARGOMENTO

È stato eseguito il decreto di sequestro preventivo – emesso dal Giudice delle Indagini Preliminari di Firenze, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia – dell’edificio dell’ Hotel Astor, dove viveva e da dove è scomparsa la piccola Mia Kataleya Chiclio Alvarez.

PUBBLICITA

Lo stabile, in via Maragliano, era stato occupato a scopo abitativo da cinquantaquattro persone, suddivise in diciassette nuclei familiari, di cui diciannove minori.

I sopralluoghi compiuti dalla polizia giudiziaria, in occasione del tentato omicidio del 28 maggio 2023 e, successivamente, dell’ipotizzato sequestro di persona a scopo di estorsione della bimba, hanno confermato la presenza nell’immobile di numerosi nuclei familiari.

Ipotizzato il delitto di invasione di edifici, “sussiste il pericolo che il protrarsi della condotta criminosa- spiega una nota della Procura- impedendo i necessari e urgenti lavori di ristrutturazione e messa a norma dell’edificio occupato, agevoli o protragga le conseguenze del reato contestato o agevoli la commissione di altri reati e comporti il rischio di ripetizione di reati contro la persona connessi alle condizioni di accesso alla gestione dell’immobile”.

Su delega della Direzione Distrettuale Antimafia, l’esecuzione è stata curata dalla Questura e dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Firenze, con l’ausilio degli assistenti sociali, dei Vigili del Fuoco e del personale del 118. La Prefettura e il Comune di Firenze si sono attivati per assicurare che gli occupanti vengano alloggiati presso altre strutture abitative.


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui



I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE