IL FATTO

Nasconde droga tra pesce marcio e pangrattato, pusher 69enne in manette a Ischia

SULLO STESSO ARGOMENTO

Aumentano i controlli nei porti turistici e così le cautele di chi importa droga sulle isole dalla terraferma. I carabinieri della compagnia di Ischia hanno presidiato le banchine a ridosso degli attracchi, anche con il fondamentale fiuto dei cani antidroga del Nucleo cinofili di Sarno.

Questa volta nei guai ci è finito Vincenzo Senese, 69enne di Casamicciola Terme, già noto alle forze dell’ordine. L’uomo tornava sull’isola dopo un viaggio in aliscafo da Napoli. Addosso 8 grammi di cocaina, confezionati in bustine di cellophane. Curioso il tentativo di eludere i varchi e gli eventuali nasi dei cani “in uniforme”.

La droga era nascosta in una confezione di pangrattato, a sua volta inserita in una busta contenente pesce avariato. Un odore terrificante che avrebbe allontanato chiunque ma che non ha tratto in inganno i carabinieri. Lo stupefacente è stato recuperato e il 69enne è stato arrestato dai militari del nucleo operativo e radiomobile ischitano. Nella sua abitazione rinvenuti 102 pacchetti di sigarette di contrabbando. E’ ora ai domiciliari, in attesa di giudizio.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




LEGGI ANCHE

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE