Brucellosi: 14 consiglieri chiedono commissariamento Campania

SULLO STESSO ARGOMENTO

Dopo mesi di contrapposizione tra mondo degli allevatori e il ‘governatore’ della Campania, Vincenzo De Luca, rispetto al piano regionale di eradicamento della brucellosi dalla filiera bufalina, consiglieri di opposizione campani chiedono al premier Giorgia Meloni di commissariare il settore in regione.

“Questa mattina, forti di ben 14 firme di altrettanti consiglieri regionali campani, abbiamo trasmesso al governo Meloni la richiesta di commissariare con urgenza la Campania per il superamento dell’emergenza brucellosi” annunciano Maria Muscarà del Gruppo Misto e Alfonso Piscitelli di Fratelli d’Italia.

La richiesta di commissariamento, spiegano, “è corredata da diversi documenti che rendono plasticamente l’idea di che cosa sia effettivamente accaduto in Campania, unica regione italiana nella quale un governatore in sella da ben otto anni.

    Anziché debellare le infezioni bufaline nel Casertano, attraverso una politica degli abbattimenti che ha finito col favorire soltanto l’industria delle carni misto-bovino ne ha gravemente favorito la diffusione, incrementando il numero dei Comuni cluster, assecondando l’inutile e devastante abbattimento di decine e decine di migliaia di capi sani, determinando il fallimento di centinaia di aziende zootecniche, mettendo a rischio una filiera fondamentale per l’economia di terra di lavoro, un’eccellenza di livello mondiale”.

    “Per quanto ci riguarda, attesa l’assoluta indisponibilità del presidente De Luca a qualsiasi tipo di ragionamento che non preveda l’uccisione degli animali per sola sospetta infezione, non c’è più tempo da perdere – sottolineano i consiglieri regionali – c’è un ordine del giorno approvato all’unanimità dal Senato che chiarisce perfettamente questa vicenda in termini di questione nazionale, indicando soluzioni di buon senso.

    Ci sono diversi interventi dell’Europa, anche sanzionatori per l’Italia, l’ultimo del marzo 2020 con il quale il Commissario europeo ufficializzava che i risultati dei Piani regionali erano al di sotto degli obiettivi concordati con il governo: si dichiari dunque lo stato di emergenza, si commissari subito la Campania”.

    A firmare il documento, Luigi Abate, Cosimo Amente, Nunzio Carpentieri, Stefano Caldoro, Gennaro Cinque, Francesco Cascone, Massimo Grimaldi, Severino Nappi, Maria Muscara’, Livio Petito, Antonella Piccerillo, Alfonso Piscitelli, Carmela Rescigno, Aurelio Tommasetti.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    “Giustizia per Fulvio”: la madre e l’Università di Napoli chiedono verità

    "Giustizia per Fulvio" è il grido che unisce la madre di Fulvio Filace, Rosaria Corsaro, e l'Università Federico II di Napoli, dove il giovane...

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

    Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

    Voragine in via Morghen al Vomero: la strada inghiotte due auto. Ferito uno degli occupanti

    Tragedia sfiorata intorno alle 5 di stamane. Evacuato un edificio

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE