A ‘Storie al Femminile’ il romanzo di Maria Pagano sugli errori umani e il riscatto

SULLO STESSO ARGOMENTO

Si annuncia la nuova estate di “Storie al Femminile” per un nuovo ciclo di appuntamenti con la narrativa in rosa. Alla Fondazione Matteo e Claudina de Stefano di Ogliastro Cilento, il prossimo mercoledì 28 giugno, dalle 18, si presenta “Non voglio imparare a vivere”, il nuovo romanzo di Maria Pagano (Albatros edizioni).

Era il 14 agosto 2018, quando a Genova crollava il viadotto Polcevera, noto anche come Ponte Morandi, causando la morte di 43 persone. Dopo “Mani di Terra, terra di mani” (2019) e “Le pietre di Virginia”- (2020), la scrittrice salernitana trae spunto da quel drammatico evento per accendere un riflettore sul tema degli errori, umani, veniali o, talvolta, irrimediabili. L’esigenza di raccontare e raccontarsi attraverso i suoi personaggi, si esprime in un messaggio di ribellione di Ginevra, la protagonista, una fotoreporter che, in quel disastro, perde i genitori e, dopo la sofferenza e la crescita interiore, crea e plasma un nuovo modo di vivere. Attraverso la fotografia – vera voce narrante del racconto – impara a catturare dolori e ritratti dell’anima: una savana dei sentimenti in cui paesaggi ed emozioni diventano guerrieri.

Da Genova all’Australia, alla Cornovaglia, a Prato Nevoso (Cn), con la sua macchina fotografica, Ginevra ci conduce in tanti luoghi, per testimoniare la bellezza del mondo e i ciclici evitabili di errori che gli umani da sempre continuano a commettere. Non spera, ma s’impone di cercare il sole. Il libro è dedicato alla fotoreporter Letizia Battaglia. In copertina l’opera “In Sites” di Deborah Napolitano Dienne.



    A cinque anni dal disastro, il ricordo e l’evocazione di quel che poteva essere evitato: “Non voglio imparare a vivere – racconta l’autrice – è la rispettosa ribellione della mia esistenza, un viaggio nel territorio del dolore e delle ingiustizie umane”.

    Insegnante, scrittrice e poetessa, Maria Pagano ha partecipato tra le altre cose a Choice Giovane “Effetti Collaterali” nel 2011, 100 mila Poeti per il cambiamento nel 2013, Maric “Disarmiamo l’ignoranza” nel 2018, Festival Segreti d’autore nel 2019. Dal 2015 è ideatrice e curatrice della rassegna musico-letteraria Compiuta Donzella e della trasmissione radiofonica Musica e Parole di Radio Ponte Re-Generation. Come ad ogni incontro, in dialogo con la scrittrice ci sarà il giornalista Alfonso Sarno, accompagnato da Patrizia Del Verme, psicologa e psicoterapeuta. Anche stavolta le riflessioni finali saranno affidate ad un ospite misterioso. Ingresso libero.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Si è spento a Roma all'età di 88 anni Italo Ormanni, magistrato di lungo corso e figura di grande spessore culturale. Noto al grande pubblico per la sua partecipazione al programma televisivo "Forum", Ormanni ha dedicato la sua vita alla lotta contro la criminalità e alla valorizzazione del patrimonio...
    Nessun '6' né '5+1' all'estrazione del Superenalotto di oggi. Centrato un '5' che vince 129.050,31 euro. Il jackpot per il prossimo concorso sale 92.800.000 euro. Questa la combinazione vincente del concorso di oggi del Superenalotto: 9, 18, 65, 70, 75, 87. Numero Jolly: 53. Numero SuperStar: 81. Queste le quote del...
    Secondo quanto emerso da un incontro in Prefettura a Bologna, serviranno circa tre mesi per svuotare l'acqua dalla centrale idroelettrica di Bargi sul lago di Suviana, situata nell'Appennino tosco-emiliano. Il prefetto Attilio Visconti ha dichiarato che, se tutto procede come previsto, lo svuotamento potrebbe avvenire entro la fine di luglio,...
    Eseguito dal prof. Giovanni Muto, medico campano, si tratta della prima cistectomia radicale in paziente mono-rene, con asportazione del tumore per via vaginale, mediante il robot Hugo A Maria Pia Hospital di Torino è stato eseguito un intervento di chirurgia robotica senza precedenti. Per la prima volta al mondo è...

    IN PRIMO PIANO