‘Magnolia nera’, il romanzo di Gianluca Santise protagonista del Salone del Libro di Portici

SULLO STESSO ARGOMENTO

Saranno gli spazi della Sala Conferenze del Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa (Portici – NA) ad ospitare –VENERDÌ 5 MAGGIO 2023 DALLE ORE 17.30 ALLE ORE 19.00 – la presentazione di “Magnolia Nera”, il nuovo romanzo di Gianluca Santise, pubblicato da Guida Editori. La presentazione è inserita nel ricco programma di appuntamenti della seconda edizione del Salone del Libro di Portici, in programma fino al 6 maggio 2023.

A dialogare con lo scrittore napoletano sarà l’editore Diego Guida.

MAGNOLIA NERA

“Magnolia Nera” è il secondo romanzo del quarantottenne scrittore napoletano: una storia che gioca con la memoria di un uomo, Roberto, alle prese con la sua vita improvvisamente perduta tra le pagine di un diario.



    Roberto si ritrova in un presente confuso ed ambiguo, in una terra straniera eppur familiare, che lo accoglie e ne addormenta i sensi, e con un passato lontano, da ritrovare, in una Napoli divenuta estranea, dimenticata, che nasconde il segreto della sua memoria.
    Il capoluogo partenopeo si trasforma in teatro di una ricerca sofferta e che guida l’uomo attraverso i vicoli e le strade, grazie a un legame viscerale, istintivo, che va oltre la coscienza, l’intelletto e la ragione.

    Il romanzo, attraverso i diari e le impressioni smemorate di Roberto, racconta il distacco dei giovani dagli affetti e dalla terra natale per la ricerca di un lavoro degno e poi lo smarrimento di sentirsi alieno a casa propria. Quello smarrimento, con il ritorno a Napoli di Roberto, permette al lettore di guardare la propria vita con gli occhi del prossimo, ed osservare la città lontano dai pregiudizi e dalle notizie che ogni giorno vengono pubblicate sui giornali. La stessa perdita della memoria, tema centrale del romanzo, diventa un’opportunità per avere una seconda occasione, ritrovare la strada perduta e le promesse fatte tanto tempo fa ed abbandonate ai compromessi.

    Per Roberto, il passato, ritrovato tra le pagine di un vecchio diario, è l’unica speranza di ricostruire la sua vita, persa insieme alla sua memoria sulla moquette di un cottage della periferia londinese: quanto è rimasto del suo passato? Quanto è rimasto dell’uomo che aveva scritto quelle pagine? Eppure qualcun altro lo sta cercando, un’altra donna, da un’altra parte del mondo.

    GIANLUCA SANTISE

    Gianluca Santise (Napoli, 1975), sin dall’adolescenza si appassiona al teatro, alla letteratura e alla musica. Recita in compagnie amatoriali e scrive testi teatrali e poesie. Studia Medicina all’Università degli Studi di Napoli “Federico II” e si specializza in Cardiochirugia. Lascia l’Italia per una fellowship a Londra sui trapianti di cuore e polmone. Da allora si avvicina alla realtà dei malati di cuore e dei trapiantati, con le loro problematiche psicologiche e le famiglie come spettatori della sofferenza. Nel 2005 torna in Italia, dove continua l’attività di trapianto e si radica in lui l’importanza dell’analisi della vita del malato anche dopo il trapianto. Nasce, così, l’idea del suo primo romanzo, “Cento Battiti”. L’opera viene adottata in diversi licei per il progetto Gutenberg.

    La sua passione per la scrittura continua e dopo essere rientrato nella sua amata Napoli termina il suo secondo romanzo: “Magnolia Nera”.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    LEGGI ANCHE

    Napoli, rapinato e accotellato: 34enne tanzaniano grave al Cardarelli

    La scorsa notte, i carabinieri della compagnia Napoli Stella sono intervenuti in via Alessandro Poerio in risposta a una chiamata di emergenza. Un cittadino tanzaniano di 34 anni, mentre si trovava a piazza Mancini, è stato avvicinato da tre individui di probabile origine extracomunitaria. Dopo una colluttazione, i malviventi lo hanno accoltellato alla schiena e gli hanno rubato il suo iPhone. Sul posto è intervenuto anche il personale del 118, che ha trasportato d'urgenza la vittima...

    Caserta, auto rubata trasformata in rottami ma localizzata grazie al gps

    A Cervino, in provincia di Caserta, la scoperta di un'auto rubata trasformata in un cubo di rottami è stata possibile grazie al segnale GPS emesso nonostante la distruzione del veicolo. La Ford Puma, rubata il mese scorso, è stata individuata dall'intervento tempestivo dei Carabinieri dopo la segnalazione della sua geolocalizzazione da parte di una società di sicurezza. La Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Maddaloni ha coordinato l'operazione che ha portato alla scoperta dell'auto nel comune...

    Caivano, in giro con droga e pistola: arrestate due sorelle un uomo della provincia di Caserta

    I Carabinieri di Caivano hanno arrestato tre persone, due sorelle e un uomo, per detenzione e spaccio di droga, porto abusivo di armi e resistenza a pubblico ufficiale.L'arresto è avvenuto durante un controllo notturno. I militari hanno fermato una Renault Twingo con a bordo tre persone provenienti dalla provincia di Caserta: Giovanni Cestrone, 28enne di San Prisco, già noto alle forze dell'ordine, Anna Buonpane, 24enne di Santa Maria Capua Vetere, anch'essa con precedenti penali, e...

    Camorra a Caivano, il clan Ciccarelli contro i pentiti: “…Guappi di cartone”

    Salvatore Ciccarelli fratello del boss su tik tok si scaglia contro Pasquale Cristiano e Mariano Alberto Vasapollo

    Sparatoria in strada a Scafati, obiettivo il pregiudicato Marcello Adini

    Il 43enne Marcello Adini è uscito dal carcere solo tre giorni fa dopo che era stato assolto per l'omicidio di Armando Faucitano

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE