Bus precipitato a Ravello: 18 indagati. Oggi l’autopsia sul corpo del giovane autista

SULLO STESSO ARGOMENTO

Bus precipitato a Ravello sono 15  le persone indagate, alcune come atto dovuto, in quanto oggi si svolgerà l’autopsia di Nicola Fusco, e tra gli indagati anche il padre Raffaele Fusco, e una delle tre sorelle, in quanto direttore tecnico della società proprietaria del bus sul quale viaggiava il 29enne e la società stessa, come persona giuridica.

E poi ancora dirigenti e tecnici della Provincia. Oggi l’esame autoptico sul corpo del 28enne Nicola Fusco che da 10 giorni si trova presso l’obitorio del “Ruggi” di Salerno. Poi la salma sara’ liberata e restituita ai familiari per le esequie che potrebbero gia’ svolgersi nella giornata di sabato ad Agerola.

Intanto sarà rimossa martedi’ prossimo, 23 maggio, la carcassa del bus precipitato a Ravello l’8 maggio lungo la strada provinciale 75. E’ quanto stabilito nel corso della riunione svoltasi presso la Prefettura di Salerno.



    Il recupero del bus a bordo del quale a bordo del quale ha perso la vita il giovane conducente Nicola Fusco di Agerola imporra’ la chiusura della strada provinciale a partire dalle 7 del mattino per 10 ore. La carcassa ostruisce Via Valle del Dragone e per la rimozione potrebbe essere richiesto l’intervento di due autogru.

    Il mezzo sara’ poi trasferito presso un deposito a disposizione dell’autorita’ giudiziari per le perizie utili alle indagini che dovranno accertare le cause dell’incidente. Accertamenti su salma, strada e mezzo: incaricati un ingegnere e un medico legale Tra gli indagati quindici sono dirigenti, funzionari e tecnici facenti capo – oggi o in passato – alla Provincia di Salerno, che si occupano attualmente o che si sono occupati negli anni scorsi di quel maledetto tratto di strada.

    Inseriti nel registro degli indagati anche il padre di Nicola Fusco, Raffaele Fusco, e una delle tre sorelle, in quanto direttore tecnico della società proprietaria del bus sul quale viaggiava il 29enne e la società stessa, come persona giuridica. Tra i 18 indagati, infatti, c’è anche la stessa ditta, la “Società Autoservizi Fusco Nicola & C.”.

    Le ipotesi di reato per le 17 persone fisiche sono quelle di concorso di cause, di cooperazione nel delitto colposo e d’omicidio colposo. L’ipotesi in capo alla società, invece, è di illecito amministrativo: riguarda la presunta responsabilità e la presunta violazione delle norme sulla tutela della salute e sicurezza sul lavoro e dipende dal delitto per il quale s’indaga sulle 17 persone fisiche.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Ajere, il primo lavoro di inediti di Federica Caso in arte Fedeshui

    Dal cantautorato di questi tempi fino alle delicatezze intime e personali. Federica Caso in arte FEDESHUI pubblica il suo primo lavoro di inediti dal titolo “Ajere” per L’Airone Dischi. Un approccio sincretico e polivalente, traducendo la sua fantasia in immagini e le sue emozioni in musica. Eccola Federica Caso in...

    Serena Autieri al Teatro Cilea in ‘La Sciantosa’ un one-woman show che debutta il 18 aprile

    **Esibizione di Serena Autieri al Teatro Cilea: "La Sciantosa"** Il Teatro Cilea di Napoli presenta l'evento clou della stagione teatrale 2023-2024, con Serena Autieri protagonista di "La Sciantosa", uno spettacolo one-woman in scena dal 18 al 21 aprile. ### Un tributo alla tradizione partenopea In questo straordinario spettacolo, Serena Autieri interpreta...

    Incendio a Casalnuovo, una donna intossicata dal fumo: salvi tutti gli altri

    Sono stati tutti evacuati e messi in salvo gli occupanti delle'edificio di via Virnicchi a Casalnuovo presso il “parco Gallo”. Oggi pomeriggio al civico 154, ha preso fuoco un appartamento  al secondo piano dell’edificio composto da 5 piani. Carabinieri e vigili del fuoco hanno evacuato tutti i condomini. Solo una persona...

    Napoli, aggressioni continue alla moglie: arrestato marito violento

    La Polizia di Stato ha arrestato un marito violento nel centro storico in seguito alle ripetute aggressioni contro la moglie. Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico sono intervenuti nel centro storico di Napoli dopo la segnalazione di una donna aggredita dal marito durante il servizio di controllo del...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE