Napoli, controlli e sequestri della polizia a largo Maradona

SULLO STESSO ARGOMENTO

Stamattina gli agenti del Commissariato Montecalvario hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio ai Quartieri Spagnoli ed in particolare in via Emanuele De Deo.

Nel corso dell’attività gli operatori hanno denunciato un 51enne napoletano con precedenti di polizia per introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi poiché sorpreso a vendere circa 30 magliette contraffatte della Società Sportiva Calcio Napoli.

Inoltre, i poliziotti hanno sanzionato due persone per occupazione abusiva di suolo pubblico e per aver esercitato l’attività di somministrazione di cibi e bevande senza le prescritte autorizzazioni.

    I controlli fanno seguito alle continue lamentele di cittadini costretti a convivere con una situazione di poca tranquillità in via Emanuele De Deo, la strada che porta all’ormai mitico Largo Maradona diventato un vero e proprio luogo di culto non solo per i tifosi di calcio ma anche per i turisti di tutto il mondo che arrivano a Napoli.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Pietramelara, urta scooter e causa lesioni al conducente: 57enne denunciato

    Durante la serata del 19 febbraio, un 57enne di Pietramelara (Caserta) è stato denunciato dai carabinieri per lesioni personali stradali in seguito all'urto laterale...

    Blitz a Pomigliano d’Arco: armi e droga, indagata famiglia peruviana

    A Pomigliano d'Arco, i carabinieri della stazione locale hanno condotto un blitz presso un'abitazione situata in via Mauro Leone. L'operazione ha coinvolto un'intera famiglia...

    I piatti della Quaresima a Napoli alla trattoria e pizzeria “Ieri,Oggi, Domani”

    Nel nome dei piatti della Quaresima a Napoli, la trattoria e pizzeria “Ieri,Oggi, Domani”, con il suo patron Pasquale Casillo, ha dedicato un momento...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE