Napoli, rimosse le ultime barche di una famiglia criminale che occupavano l’area abusivamente

SULLO STESSO ARGOMENTO

Sono state rimosse le ultime barche che occupavano la rotonda Diaz abusivamente, nell’ambito di un’operazione di contrasto all’illegalità condotta dalla Guardia Costiera di Napoli.

Un’azione che va avanti da mesi, e che ora ha visto la rimozione forzata delle ultime imbarcazioni di proprietà di una nota famiglia criminale grazie alla sinergia Polizia Marittima della Guardia Costiera di Napoli diretta dall’Ammiraglio Pietro Vella e dall’Autorità di Sistema Portuale Napoli. Martedì, invece, toccherà agli ultimi ‘sopravvissuti’ di Mergellina, spiaggia Sant’Antonio, dove un’altra famiglia criminale aveva occupato abusivamente facendo soprusi anche a danno dei pescatori.

“Un’operazione importante che lancia un segnale forte contro l’illegalità e l’occupazione abusiva di moli. Un fenomeno, spesso legato alla camorra, che combattiamo da anni. La strada da seguire è quella intrapresa dalla Guardia costiera: lotta senza sosta. Occorre ripulire ogni sito occupato abusivamente da questi criminali, impedendogli i loro loschi affari e restituendo le aree alla comunità”. Lo hanno detto Francesco Emilio Borrelli, deputato di Alleanza Verdi-Sinistra, Gianni Caselli e Lorenzo Pascucci, consiglieri della I Municipalità.




LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




LEGGI ANCHE

Latitante del clan Orlando scovato sotto casa a Marano nonostante la parrucca per camuffarsi

I carabinieri hanno arrestato il 37enne Fabio d'Agostino

Lavori di demolizione al Ponte Morandi: la camorra non c’era

Nell'estate del 2019, tutti gli organi di stampa diffusero una notizia preoccupante riguardante l'arresto di due imprenditori coinvolti nei lavori di demolizione del Ponte...

Arzano, niente sfratto per mamma e nipote del boss Monfregolo

Arzano. Clan della 167: niente sfratto per mamma e nipote del boss Monfregolo. Luisa Grassini e Daniela Monfregolo restano ancora abusivi negli appartamenti dell’ACER. Nonostante...

Camorra, il boss pentito Pasquale Cristiano: “Ci fu un summit di 30 persone per decidere di eliminarci”

La faida di camorra che nei mesi scorsi ha insanguinato le strade di Arzano e dei comuni vicini aveva trovato il suo apice nel...

Agguato a Scampia: feriti il capo piazza Giancarlo Possente e un amico

I feriti sono Giancarlo Possente, capopiazza alla "33" per conto degli Abbinante e Pasquale Parziale ritenuto vicino alla Vanella Grassi

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE