A Beirut in LIbano grande successo di una pizzeria napoletana

SULLO STESSO ARGOMENTO

A Beirut nel Libano c’è una pizzeria napoletana che riscuotendo un grande successo e consenso tra i clienti per i prodotti serviti e per l’ottima qualità della pizza. A Rue Charles Debbas, nel cuore del Saifi Village della capitale libanese Beirut, da inizio febbraio si è aperta la pizzeria Riccello Pizza Art, che ha reinvestito gli ex locali di Remomero, chiusi all’inizio della crisi.

“Con le sue infrastrutture colorate, le sue case progettate in stile antico e lo spirito tradizionale, questo quartiere emana un po’ di aria d’Italia. Era il posto perfetto “, si rallegra Ziad Richa, il proprietario del locale. Lo riferisce il quotidiano L’Orient le Jour. Gli inizi sono a dir poco atipici.

Otto anni fa, e dopo vent’anni di esperienza nel settore automobilistico, Ziad Richa ha aperto Bikers Pro, la sua azienda di import-export di motociclette a Zalka. È grazie al mondo delle due ruote che conoscerà quello delle pizze. Viaggiando regolarmente in Italia come parte del suo lavoro, si è innamorato della cucina locale e ha deciso di fare il grande passo.

    Nel 2019 si è poi formato come pizzaiolo per quasi un anno tra Napoli e il sud Italia, dopodiché ha acquisito un forno per pizza a Napoli. “Tornato in Libano, e con i successivi lockdown, alleno e perfeziono il mio impasto. In quel periodo, chi mi circondava apprezzava le mie ricette e comprava sempre più pizze da me”, spiega a Italpress, lui che “in Libano non aveva mai mangiato una buona pizza”.

     Un anno tra Napoli e il Sud Italia per imparare l’arte del pizzaiolo

    “Volevo che i libanesi scoprissero la cucina italiana di qualità”, aggiunge. Qualcosa che riuscirà a fare man mano che il paese si riapre gradualmente. “Ho aperto un corner per le pizze nel mio negozio di moto. Ma siccome il suo locale chiudeva alle 18, non poteva poi accogliere i clienti in prima serata, anche se la fama del pizzaiolo andava crescendo.

    “Ho poi capito che dovevo aprire una pizzeria. È stato in quel momento che un cliente di Bikers Pro mi ha offerto di rilevare i suoi locali, a Saïfi”. Con altri tre soci, di cui preferisce tacere i nomi, Ziad Richa firma un contratto di affitto per i prossimi sei anni. Per aprire il ristorante investono 400.000 dollari, con Ziad Richa, detentore del 70% delle azioni, il principale investitore.

     In Libano non aveva mai assaggiato una pizza

    “Gli altri soci si dividono il resto. Uno di loro è già impegnato nel mondo della ristorazione in Libano”, sottolinea.Allestito su uno spazio interno di 85 mq, Riccello Pizza Art può ospitare fino a 40 persone. Può anche installarne una trentina sul suo terrazzo, all’aperto.

    In totale, otto dipendenti cucinano e servono pizze napoletane, non a caso il piatto forte. Per una pizza accompagnata da una bevanda analcolica, il biglietto medio è di 20 dollari, “un prezzo leggermente alto, ma comunque abbordabile per i prodotti che offriamo e per la nostra location.

    Sebbene ci siano 23 pizzerie a Beirut, abbiamo già trovato i nostri clienti. È la nostra qualità che fa la differenza”. Oltre alle sue specialità, il ristorante offre anche insalate e patatine fritte. Mentre ha mantenuto la sua attività di motociclette, Ziad Richa è ora fortemente investito in Riccelo Pizza Art. “Faccio tutta la pasta”, dice.

    Questo è il segreto di un’ottima pizza. Gli altri cuochi guarniscono le pizze e le scaldano nel mio forno a gas dall’Italia. “Questo investimento personale del pizzaiolo e questa attenzione alla qualità si ritrovano anche nel nome del ristorante. “In Italia i nomi delle pizzerie sono legati ai nomi dei pizzaioli. “Riccello” è un riferimento diretto al mio nome, Richa, mentre “pizza art” accentua la qualità quasi artistica della nostra cucina”.




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Oroscopo di oggi 24 febbraio 2024

    Oroscopo di oggi 24 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno Ariete: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e determinato. Approfitta di questa spinta...

    Camorra: stesa a Pianura contro la casa del boss Antonio Carillo

    Napoli. Prima l'incendio di uno scooter parcheggiato in strada e poi una stesa di avvertimento. Torna la paura, tornano gli spari in via Evangelista...

    Tre omicidi in 10 giorni, maxi blitz a Castellammare e Torre Annunziata

    Tre omicidi in 10 giorni, un fermo e un maxi blitz a Castellammare di Stabia e Torre Annunziata.E' questo il bilancio della recrudescenza di...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE