Castellammare, vinta la gara di solidarietà: la piccola Mariarosaria sarà operata a Boston

SULLO STESSO ARGOMENTO

Mariarosaria Graziuso la piccola di Castellammare di Stabia di 8 anni e gravemente malata al cuore potrà essere operata a Boston negli Stati Uniti.

E’ affetta da una patologia rara che sta compromettendo la sua piccola vita: per salvarsi ha una sola possibilità, dopo essersi già sottoposta a due interventi, purtroppo non risolutivi in Italia, dovrà recarsi a Boston, dove ad attenderla vi è un’equipe medica specializzata in questi delicati interventi chirurgici.

Mariarosaria è affetta dalla nascita da una cardiopatia denominata ‘Trasposizione dei grossi vasi congenitamente corretta’, in pratica la posizione dei due ventricoli e delle rispettive valvole è invertita.



    Purtroppo a seguito della seconda operazione in Italia il ventricolo sinistro è risultato, dalle ultime visite, in grosso affanno e la piccola necessita di un intervento salvavita in breve tempo negli Stati Uniti d’America, ove sono specializzati in questo tipo di cardiopatie.

    L’intervento ha costi davvero proibitivi, per questa ragione la famiglia, non potendo permettersi una tale cifra e non potendo contare sul servizio Sanitario nazionale, ha fatto appello all’intera comunità, aprendo una raccolta fondi online per permettere a Mariarosa di affrontare il viaggio che dovrebbe ridargli, dopo anni di tribolazione, una vita normale.

    Si è aperta una gara di solidarietà nei confronti della piccola che ha permesso ai genitori di accumulare i 220mila dollari necessari per poter affrontare la delicatissima operazione al cuore in America, al Boston Children’s Hospital, a cui è stato effettuato il bonifico.

    Sulla vicenda interviene Giovani Gravili, presidente dell’associazione Nodi D’Amore e responsabile della disabilità dei gruppi parlamentari di Forza Italia: “se da un lato è quasi palpabile la gioia dei genitori che emozionati ringraziano di cuore tutti coloro che hanno contribuito ad aver donato a loro figlia la speranza di poter affrontare a Boston quello che si augurano essere l’intervento risolutivo dopo anni di sofferenza, dall’altro rimane l’amarezza di aver dovuto chiedere ai cittadini italiani supporto, anziché poter contare sul nostro sistema sanitario nazionale ed in particolare sulla Regione Campania.

    Può la vita di una bambina essere appesa alla benevolenza e alla generosità delle persone o al reddito dei singoli?”. Gravili chiede alla Campania “di farsi carico dei costi dell’operazione. Faremo di tutto affinché il sistema sanitario, si assuma le proprie responsabilità e rimborsi i soldi delle spese sanitarie sostenute da Maria e Giuseppe per la propria figlia, la vita di una bambina di 8 anni, affetta da una grave malformazione cardiaca dalla nascita non può e non deve essere condizionata dalla solidarietà della comunità”. 


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Napoli, De Luca annuncia inaugurazione delle palestre allo stadio Collana il 13 maggio

    "Proseguono i lavori allo stadio Collana a Napoli: la prima inaugurazione è prevista per il 13 maggio prossimo per la messa in funzione delle palestre perché i lavori sono stati completati. In questi giorni le federazioni del Coni stanno cominciando a prendere possesso dei locali e ad arredarli". Così dichiara...

    Difesa, congresso S.U.M, la denuncia: ecco le vite private ferite dei militari

    Richieste di 104 (per la cura dei disabili) non accolte, i ricongiungimenti familiari difficili, i trasferimenti, i congedi. E' quel mondo di diritti riconosciuti per ogni cittadino che, a quanto pare, diventerebbe 'lusso' per un militare italiano. E non è tutto spiegabile con la particolarità della professione militare. 'La Costituzione...

    Napoli: firmato il protocollo della ricostruzione di Ischia

    E' stato sottoscritto, nel pomeriggio di oggi, il protocollo di intesa per la sicurezza e legalita' per la ricostruzione nei territori dell'isola di Ischia interessati dagli eventi sismici del 21 agosto 2017 e dall'alluvione del 26 novembre 2022. Il protocollo e' stato sottoscritto, presso il Comune di Casamicciola Terme, da...

    Chiusa altra indagine su Daniela Santanchè, ‘falso in bilancio’

    L'inchiesta sul dissesto di Visibilia, nella quale è coinvolta Daniela Santanchè, è stata chiusa dalla Procura di Milano in vista della richiesta di processo. La ministra del Turismo, che è stata presidente di Visibilia Editore fino a gennaio 2022, è stata accusata di falso in bilancio dai pm Marina Gravina...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE