Napoli, cancellato il murale di Ugo Russo. Il comitato scrive: “Censura”

SULLO STESSO ARGOMENTO

E’ stato il comitato “Verità e Giustizia per Ugo Russo” a rimuovere il murale che ritrae ai Quartieri Spagnoli di Napoli il 15enne ucciso da un carabiniere la notte tra il 29 febbraio e il primo marzo del 2020, mentre, armato di una replica di una pistola, tentava di rapinare, con un complice, l’orologio Rolex del militare.

La copertura del murale, annunciata giorni fa dal padre del ragazzo, viene oggi resa nota dallo stesso comitato: “Nelle primissime ore di questa mattina, rispettando la scelta della famiglia di non assistere alla violenza di una piazza militarizzata per imporre la cancellazione dell’opera, abbiamo infine coperto il murale “Verità e Giustizia per Ugo Russo. Contro tutte le mafie”.

Il murale è stato e resterà uno dei simboli della lotta per la verità sull’omicidio di un ragazzo di 15 anni del nostro quartiere, per sapere se quella maledetta notte del primo marzo 2020 fu eseguita una pena di morte senza processo che ha cancellato il suo futuro. Ma anche simbolo della campagna di repressione mediatica e istituzionale di questa rivendicazione, che forse racconta della nostra società e della qualità della nostra democrazia più di quanto non raccontasse il dipinto stesso stesso…



    Sul muro sono ora apposti due striscioni. Quello con la scritta “Potete censurare un murale ma non la verità: Giustizia per Ugo Russo!” che è stato fatto stampare dall’assemblea di quartiere (alleghiamo le foto dell’assemblea di domenica sera con cui tutto un pezzo del quartiere è sceso in strada alla Parrocchiella per testimoniare di nuovo le sue idee sull’imposizione della cancellazione. Del resto in oltre mille tra gli abitanti avevano consegnato all’amministrazione comunale una petizione per mantenere l’opera).

    L’altro con la scritta “CENSURA” perchè di questo si è trattato, non degli artifici urbanistici escogitati per l’occasione dall’amministrazione comunale su dettatura di chi è interessato a silenziare questa voce e questa vicenda. Un’interpretazione che mai è stata usata in passato e mai lo sarà in futuro. Ma come è scritto anche sullo striscione non funzionerà!

    Il Comitato dà appuntamento giovedì in Tribunale al processo contro il carabiniere che uccise Ugo Russo

    L’appuntamento per tutte e tutti è al presidio in tribunale di Napoli di giovedi 9 marzo alle ore 10.30 per la seconda udienza preliminare del processo, in cui lo ricordiamo è richiesta dai pubblici ministeri l’imputazione di omicidio volontario.

    Piazza Parrocchiella, da sempre dimenticata dalle amministrazioni di questa città (l’unico palazzo pubblico dell’Erp è semi-dissestato, la manutenzione della piazza inesistente) ha perso una luce rappresentata dall’opera realizzata a titolo gratuito dall’artista Leticia Mandragora.

    Presto però arriveranno nuove iniziative pubbliche per ricordare e ricordarci ancora e sempre che anche la vita dei ragazzi dei quartieri popolari conta!”. 


    Articolo offerto da Emmerre Auto - Torre del Greco
    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Notte di paura ai Campi Flegrei: quattro scosse di terremoto con boato

    Una serie di scosse di terremoto ha interessato i Campi Flegrei nella notte tra il 13 e il 14 aprile, causando apprensione tra la popolazione. Quattro scosse di magnitudo superiore a uno. I sismografi dell'Osservatorio Vesuviano dell'Ingv hanno registrato quattro scosse di magnitudo superiore a uno. Le scosse sono state avvertite...

    Antonino Cannavacciuolo apre “Il Banco” all’aeroporto di Capodichino

    Lo chef stellato Antonino Cannavacciuolo porta la sua inimitabile gastronomia informale all'Aeroporto Internazionale di Napoli-Capodichino. Il suo primo concept dedicato allo street food, Antonino Il Banco di Cannavacciuolo, apre nell'Area Partenze, deliziando i viaggiatori con sapori innovativi e l'inconfondibile pasticceria napoletana. Un'esperienza gastronomica al volo con un ampio bancone cuore...

    Arrestato a Roma l’ex killer pentito che fece aprire le indagini sull’omicidio di Giancarlo Siani

    Guardia di Finanza e Squadra mobile di Roma hanno arrestato Salvatore Migliorino

    Agguato nella notte ad Afragola: ferito 41enne

    Non accenna a fermarsi la violenze per le strade di Afragola dove la notte scorsa si è registrato un nuovo agguato a colpi di pistola. E' accaduto tra via della Resistenza e via Indipendenza. Un uomo di 41 anni è stato inseguito e ferito nella parte bassa della schiena a...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE