Napoli, il figlio boss picchia trans, poi fa diretta Tik-Tok per “spiegare”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Insieme agli amici ha organizzato una diretta su Tik-Tok per fornire la sua versione dei fatti.

Protagonista, ieri sera sui social, il figlio di un noto esponente della malavita napoletana che a metà dello scorso gennaio avrebbe picchiato una ragazza che aveva appena conosciuto dopo avere scoperto che si era sottoposta a una serie di interventi chirurgici per diventare donna.

Il ragazzo ha dichiarato sul social di essersi sentito preso in giro e di avere avuto una reazione istintiva e violenta perché sotto choc, ma di non avere nulla contro quella ragazza, che ha definito una “sfortunata”.

    Il ragazzo , che da poco è diventato 18enne, ha ammesso di aver dato un calcio alla ragazza. “Era il minimo, perché tu mi hai ucciso mentalmente”, ha tentato di giustificarsi con chi interloquiva con lui su Tik Tok.

    Ma nel orso della diretta ha anche mostrato il volto della giovane trans con tanto di generalità. E poi infine ha spigato che è pronto ad andare insieme con l’avvocato dal pm che sta indagando per spiegare la sua versione dei fatti.

    Sta di fatto però che la giovane ha subìto abusi di varia natura ed è finita quella stessa notte in ospedale con una prognosi di 15 giorni emessa dai sanitari che l’avevano visitata.

    La diretta su Tik Tok ha avuto oltre due milioni di like

    La diretta è andata in onda sul social intorno alle 22 di ieri: è durata quasi due ore, ha sfiorato i 5mila utenti e ha totalizzato un numero esorbitante di “like”, circa 2,1 milioni. Sull’accaduto sono in corso indagini da parte della Polizia e della Procura che puntano a fare luce sull’ennesima triste storia che vede protagonisti, ancora una volta, dei ragazzi giovanissimi. (ANSA). PIO 2023-02-07 19:23 S44 QBXO CRO



    1 commento

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Al Museo-FRaC Baronissi presentazione del libro ‘Poetiche Impertinenze’, di Rossella Nicolò e Giancarlo Cav...

    Venerdì 23 febbraio alle ore 18:30, nel Salone della conferenze del Museo-FRaC Baronissi, sarà presentato il libro di Rossella Nicolò e Giancarlo Cavallo POETICHE...

    Violentò una turista a Sorrento: arrestato tunisino

    Oggi, a Marsala, in Sicilia, i Carabinieri della Compagnia di Sorrento hanno eseguito un'ordinanza di custodia in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di...

    Arrestato a Capodichino boss latitante di Taranto: stava fuggendo in Spagna

    Giuseppe Palumbo, un boss latitante di 35 anni della città di Taranto, è stato arrestato dalle forze dell'ordine al momento in cui stava per...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE