🔴 ULTIME NOTIZIE :

Al via School Experience 3 in Lazio tra l’energia di 4mila studenti

Gubitosi: “Sognate in grande, unite le forze perché solo insieme si vince". Il festival è organizzato da Giffoni, realizzato nell’ambito del Piano Nazionale Cinema e Immagini per la Scuola e promosso da MIC e MIM. “Scegliete la strada della continuità, sognate in grande, create ponti, unite le forze perché insieme si...

Napoli, al Policlinico Vanvitelli è tornata la Befana del prematuro

Festa con i bimbi nati pretermine e le loro mamme. Il Dg Ferdinando Russo: "Occasione per rinsaldare il rapporto tra operatori sanitari ed i genitori"

policlinico vanvitelli befana prematuro

    Dopo lo stop imposto dal Covid, nella giornata di oggi l’Unità Operativa Complessa di Ostetricia e Ginecologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Luigi Vanvitelli, diretta dal professor Nicola Colacurci, ha aperto le porte ai nati pre-termine dello scorso anno e alle loro mamme per rinnovare la tradizione “Befana del pre-termine”.

    Un appuntamento che l’Azienda Ospedaliera Università della Campania promuove fin dal 2017, anno successivo all’apertura della Terapia Intensiva Neonatale (diretta dal dottor Mauro Carpentieri) e fortemente voluta anche quest’anno dal direttore generale Ferdinando Russo, dal direttore amministrativo Antonella Tropiano e dal direttore sanitario Pasquale Di Girolamo Faraone.

    Il Punto Nascita e la TIN della Vanvitelli rappresentano oramai un riferimento prestigioso per tutta la regione Campania. «Con una offerta a 360 gradi, dalla gravidanza fisiologica, alla parto-analgesia, alla gravidanza a rischio – spiega il professor Colacurci – la nostra struttura svolge un ruolo sociale e strategico fondamentale, permettendo tramite la rete assistenziale creata con tutte le strutture consultoriali del centro storico, di realizzare quella continuità assistenziale a cui punta la sanità regionale in tutti i suoi campi».

    Nei suoi sei anni di attività, la TIN ha ricoverato oltre 1.100 bambini, di cui il 40% pre-termine, e tra questi oltre 180 gravi pre-termine, cioè nati prima delle 32 settimane. Alla festa, che si è tenuta proprio presso i locali dell’U.O.C. di Ginecologia e Ostetricia (in largo Madonna delle Grazie 1) ha partecipato anche l’Associazione Giancarlo Siani che, da sempre vicina alle problematiche neonatali e pediatriche, ha fatto omaggio alle madri dei libri “Le Favolette”.

    «La festa del pre-termine – ricorda il direttore generale Ferdinando Russo – è anche un’occasione per rinsaldare il legame tra gli operatori sanitari che quotidianamente si dedicano alle cure di bambini cosi piccoli e cosi fragili ed i genitori, che in loro trovano il sostegno, la forza, la speranza per vivere positivamente questi momenti di grandi tensioni».

    google news

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    Leggi anche

    Napoli, scoppia la polemica tra i venditori della mascherina di Osimhen. Il video

    E' scoppiata la polemica tra i venditori ambulanti all'esterno dello stadio Diego Armando Maradona a proposito delle mascherine di Osimhen. Domenica scorsa in occasione della...

    Superenalotto, il jackpot sale a 364,9 milioni di euro

    Nessun '6' né '5+1' al concorso di oggi del Superenalotto. Sono stati realizzati otto '5', che vincono 47.440 euro ciascuno. Il jackpot a disposizione del...

    Il Napoli passa anche a La Spezia e spicca il volo: +16 in vetta

    Il Napoli infila l'ennesima vittoria del proprio campionato e sbanca anche il Picco di La Spezia. Gli azzurri salgono a quota 56 punti in...

    Portici, 18enne accoltellato dopo una lite per motivi di viabilità

    Portici. Ennesimo episodio di violenza giovanile e questa volta non per il classico sguardo di troppo ma per una banale lite per motivi di...