Caso plusvalenze, l’avvocato Grassani: “Juve? Avranno inciso documenti sequestrati”

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Gli elementi nuovi prodotti dalla Procura Federale hanno evidenziato uno spaccato interno a Juventus che verosimilmente è stato ritenuto rilevante sul piano disciplinare da parte della Corte Federale d’Appello sotto il profilo dell’elemento soggettivo”. Lo afferma in una intervista sul quotidiano La Ragione Mattia Grassani.

L’avvocato Grassani: “Hanno inciso documenti sequestrati”

Grassani, avvocato di lungo corso di diritto sportivo, è intervenuto a proposito della sentenza della Corte d’Appello della Figc sul processo plusvalenze che penalizza di 15 punti in campionato la Juventus.

“Più che la delibera della Consob – aggiunge Mattia Grassani penso possano aver inciso i documenti sequestrati presso gli uffici del club bianconero e le captazioni telefoniche ed ambientali. Le motivazioni ovviamente chiariranno in maniera più precisa cosa abbia orientato i giudici in un senso così afflittivo”.



    Grassani, la denuncia: offese e minacce via social

    Grassani da settimane è oggetto di offese, minacce via social, via smartphone da sedicenti tifosi. Interpellato da diverse radio, aveva semplicemente espresso il suo parere qualificato, delineando in anticipo un quadro probatorio piuttosto pesante a carico della Juventus. Tanto è bastato per essere oggetto di insulti e minacce.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui



    LEGGI ANCHE

    Giallo sulla spiaggia di Capaccio: resti di un piede umano trovati da un turista

    Giallo a Capaccio Paestum, dove ieri mattina sulla spiaggia di Licinella, è stato fatto il macabro ritrovamento di resti ossei in riva al mare. Un...

    Geolier mantiene la promessa e porta il premio cover sulla tomba dell’amico Daniele

    Geolier porta il premio cover sulla tomba dell'amico Daniele Geolier, il rapper di Secondigliano, ha recentemente mantenuto una promessa toccante fatta al suo defunto...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE