Choc a Casavatore: lite con pistola durante partita di calcetto, tragedia sfiorata

SULLO STESSO ARGOMENTO

Un giocatore con le stampelle a causa di una frattura alla gamba aggredito e preso a calci mentre è a terra, il suo allenatore lo difende e scatta la missione punitiva con tanto di pistola impugnata per minacciarlo e poi per colpirlo con il calcio alla testa. Poteva finire in tragedia la gara di futsal (calcio a 5) under 19 tra il Casavatore e il Quarto, disputata domenica scorsa nel palazzetto di Casavatore, in provincia di Napoli.

Lite con pistola a Casavatore durante partita di calcetto

A stigmatizzare l’accaduto, attraverso un post pubblicato su Facebook, è l’Ads Futsal Quarto. L’allenatore del Quarto Under 19, che ha riportato un trauma cranico, ha presentato una denuncia ai carabinieri di Casoria che stanno indagando sull’accaduto.

Tutto è avvenuto dopo alcune scaramucce in campo tra i giocatori, durante la partita valida per il campionato regionale. Dopo l’aggressione si è presentato un gruppo di persone con il volto coperto, armate di una pistola, che se la sono presa con l’allenatore.

    La denuncia: “Auspichiamo che responsabilità venga accertata quanto prima”

    Paura tra gli spettatori sugli spalti, perlopiù genitori e parenti dei ragazzi in campo. “Auspichiamo che la responsabilità di quanto avvenuto – scrive il Quarto sul social – venga accertata quanto prima dalle forze dell’ordine, al fine di identificare gli aggressori e prendere i giusti provvedimenti”.

    “I carabinieri – si legge ancora nel post – sono intervenuti in campo e i nostri calcettisti sono stati condotti in caserma, dove hanno riferito alle forze dell’ordine su quanto accaduto. Successivamente, i vigili ci hanno scortati fino alla tangenziale per guadagnare in sicurezza l’uscita dal comune di Casavatore”.

    Leggi anche



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Violentò una turista a Sorrento: arrestato tunisino

    Oggi, a Marsala, in Sicilia, i Carabinieri della Compagnia di Sorrento hanno eseguito un'ordinanza di custodia in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di...

    Fuori venerdì 23 febbraio ‘Realness’, il nuovo singolo di Cecchy

    Nuovo singolo di Cecchy "Realness" in uscita venerdì 23 febbraio "Cecchy continua a raccontare la complessa realtà del quartiere di Ponticelli con il suo...

    Il Commissario Straordinario visita l’Istituto Comprensivo “Cilea – Mameli” di Caivano

    Il giorno precedente, il prefetto Filippo Dispenza, coordinatore della Commissione Straordinaria al Comune di Caivano, ha visitato l'Istituto Comprensivo "Cilea - Mameli" di Caivano,...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE