Arzano, tornano i parcheggiatori abusivi al cimitero. L’ombra del clan della 167

SULLO STESSO ARGOMENTO

Arzano. Area cimiteriale: ritornano i parcheggiatori abusivi. L’ombra del clan della 167 e l’assenza di controlli da parte delle forze dell’ordine hanno consegnato il parcheggio in proprietà privata.

Sarebbero decine le segnalazioni di cittadini che si recano al cimitero di via Porziano, per denunciare che lo spazio antistante al camposanto di proprietà del comune di Arzano è presidiato costantemente da una massiccia presenza di parcheggiatori abusivi che si sono appropriati dell’area ad uso parcheggio.

Ogni giorno chi si reca al consorzio che ingloba anche i comuni di Casavatore e Casoria, deve fare i conti con questi pseudo parcheggiatori che possono contare su incassi di tutto rispetto per decine e decine di migliaia di euro. E’ da settimane oramai che l’area è diventata nuovamente invivibile.

    “Questi soggetti – spiega un cittadino che vuole restare nell’anonimato – hanno militarizzato il cimitero, non c’è auto che possa sostare senza aver pagato, e se uno si ribella rischia anche. Questa gente non solo guadagna decine di migliaia di euro alle spalle delle persone oneste, ma mette in evidenza come lo Stato non controlla e non interviene”.

    Abusivi che ormai si sentono padroni assoluti delle strade e delle aree, dove nessuno si può fermare se prima non ha pagato.

    Domenico Acunzi



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Arrestato 16enne di Salerno con quasi mezzo chilo di hashish

    I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Salerno hanno arrestato un 16enne del luogo per detenzione ai fini di spaccio di hashish. L'arresto è...

    Al Teatro Bolivar arriva ‘The Bank – American&West Coast Music’

    Domani, sabato 24 febbraio, alle ore 21.00, al teatro Bolivar (Via Bartolomeo Caracciolo detto Carafa, 30), arriva “The Bank - American&West Coast Music. Saranno sul...

    Camorra: stesa a Pianura contro la casa del boss Antonio Carillo

    Napoli. Prima l'incendio di uno scooter parcheggiato in strada e poi una stesa di avvertimento. Torna la paura, tornano gli spari in via Evangelista...

    Camorra: stesa a Pianura contro la casa del boss Antonio Carillo

    Napoli. Prima l'incendio di uno scooter parcheggiato in strada e poi una stesa di avvertimento. Torna la paura, tornano gli spari in via Evangelista...

    Camorra, sequestro beni allo sponsor della Casertana calcio

    Sequestro beni per oltre 1,5 milioni di euro a imprenditore ritenuto contiguo al clan Belforte dei Marcianise. E tra i beni sequestrati c'è anche...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE