Volla, accoltella coetaneo: denunciato quindicenne

SULLO STESSO ARGOMENTO

I carabinieri a Volla, nel Napoletano, hanno individuato e denunciato per lesioni personali e porto abusivo di armi uno studente di 15 anni che e’ indagato per aver colpito con un fendente alla gamba destra un ragazzo di 16 anni di Casalnuovo.

I fatti sono avvenuti lo scorso 9 dicembre. La vittima si trovava a via Alighieri a Volla, in sella a uno scooter in sosta, e l’aggressore si sarebbe avvicinato a lui per poi colpirlo con un coltello. Le motivazioni del gesto sono ancora poco chiare.

Il pg Riello: “Su devianza minorile evitare logiche emergenziali”

”Ho sempre detto che non dobbiamo parlare più di emergenza perché si tratta di una situazione che dura da tempo e con la quale ci dobbiamo misurare proprio evitando logiche emergenziali. La questione giovanile esiste ed è un problema educativo che attiene alla dispersione scolastica, al degrado delle periferie e quindi riguarda lo Stato in tante sue componenti che dovrebbe essere più presente là dove le altre agenzie educative non funzionano”.

    E’ il pensiero di Luigi Riello, procuratore generale della Corte d’Appello di Napoli, a margine della seconda edizione del premio intitolato alla memoria del procuratore Frunzio, che quest’anno ha visto le scuole confrontarsi sul tema della devianza giovanile. Riello ha sottolineato che accanto all’azione educativa ”bisogna anche essere presenti come forze dell’ordine, come apparato repressivo perchè ci sono episodi di grande gravità non solo nei quartieri cosiddetti malfamati ma anche nei quartieri ‘bene”’.

    Il procuratore generale ha affermato la necessità che ”la violenza venga sradicata, che venga fatto capire a questi ragazzi che ciò che fanno non è giusto e non è degno di uno Stato di diritto e democratico. Quindi – ha aggiunto – non mettiamoli dentro e gettiamo la chiave, ma mettiamo in moto meccanismi e percorsi educativi degni di uno Stato di diritto che si coniughino con imprescindibili misure sociali”.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Al Museo-FRaC Baronissi presentazione del libro ‘Poetiche Impertinenze’, di Rossella Nicolò e Giancarlo Cav...

    Venerdì 23 febbraio alle ore 18:30, nel Salone della conferenze del Museo-FRaC Baronissi, sarà presentato il libro di Rossella Nicolò e Giancarlo Cavallo POETICHE...

    Salerno, bancarotta fraudolenta: misura cautelare per imprenditore e commercialista

    Salerno. Divieto di esercitare l'attività imprenditoriale e ricoprire cariche direttive: misura cautelare personale per due soggetti. Nel contesto di un'ordinanza applicativa di misura cautelare personale,...

    Torre del Greco, faceva prostituire la compagna e mamma di suo figlio: arrestato

    L'uomo, di 29 anni, a volte costringeva la compagna di soli 21 anni a guardare mentre faceva sesso con altre donne

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE