Travolto da un Suv: muore a 16 anni promessa del Padova Calcio

SULLO STESSO ARGOMENTO

Altre giovani vite spezzate sulla strada. A Ferrara la promessa del Padova Calcio Manuel Lorenzo Ntube, 16 anni, è stato tamponato e ucciso ieri sera da un Suv mentre era in bici e un altro ragazzo che pedalava vicino a lui, un anno più grande, è ricoverato in prognosi riservata.

Morto a 16 anni, il Padova Calcio piange il giovane Ntube

Il Padova Calcio piange il giovane Ntube, che giocava come difensore nella formazione under 17: “L’intera società biancoscudata con i propri tifosi partecipa commossa al dolore e si stringe attorno ai familiari ed agli amici di Manuel”.

Morto a 16 anni, il sindaco di Ferrara: “Dolore straziante”

“Il dolore è straziante per quanto accaduto ieri sera. Esprimo la mia vicinanza ai genitori. Siamo a disposizione, insieme alla polizia locale, che ho già contattato, per fornire il nostro supporto ai familiari e per dare il nostro contributo affinché sia fatta giustizia e siano accertate le responsabilità”, ha detto il sindaco di Ferrara, Alan Fabbri.

    “Siamo in grande apprensione: ci stringiamo anche ai familiari dell’altro ragazzo coinvolto”, aggiunge. Il sindaco ha chiamato i familiari di entrambi i ragazzi. Ai genitori ha manifestato “da parte del Comune, il massimo sostegno e massimo supporto, nell’infinito dolore che ha colpito la nostra comunità”.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    ‘Babas, memorie di un cane rosso’, Stella Cervasio presenta il suo ultimo libro al Vomero

    Una donna e un incrocio di molosso sono i protagonisti di una storia speciale di amicizia, basata su rispetto e protezione. Il libro "Babas, Memorie...

    Voragine al Vomero, i ragazzi coinvolti: “Illesi per miracolo, poteva andare molto peggio”

    "Siamo veramente fortunati, la situazione avrebbe potuto essere molto, ma davvero molto peggiore. Siamo salvi per miracolo ed è tutto grazie anche alla prontezza...

    Giugliano, naso rotto ad ausiliario del traffico per una multa

    Una aggressione particolarmente grave ha visto un vigilino subire una frattura al setto nasale per un ticket da 50 centesimi non pagato. Il sindaco...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE