Dopo quasi trent’anni i detenuti di Santa Maria Capua Vetere avranno l’acqua

SULLO STESSO ARGOMENTO

Dopo quasi trent’anni i detenuti di Santa Maria Capua Vetere avranno l’acqua. Domani l’inaugurazione della condotta idrica per il carcere.

Santa Maria Capua Vetere. Domani mercoledì 21 dicembre, importante evento presso la casa circondariale “Generale Uccella” di Santa Maria per l’apertura simbolica della condotta d’acqua che porta il prezioso liquido nella casa di detenzione.

Ciò avviene dopo circa 28 anni di attesa ed in occasione della conferenza stampa convocata per l’evento e per la presentazione di altre importanti iniziative che segnano, diciamo così, la “rinascita” della casa circondariale di massima sicurezza che già ha attivato corsi di camiceria, pasticceria e sartoria.

    L’importo dei lavori per la realizzazione della condotta idrica, interamente finanziati dalla Regione Campania, è stato di circa un milione di euro e sono stati eseguiti da una ditta di Roma.

    Ma oltre alla simbolica apertura dei rubinetti vi sarà anche la presentazione di altre iniziative che porteranno alla realizzazione di un canile gestito dal comune all’interno del carcere in collaborazione con gli stessi detenuti, l’Agenzia del Demanio, l’ASL di Caserta e l’Università Federico secondo di Napoli e di un ambulatorio veterinario, in couso con l’ASL casertana. Inoltre, saranno attivati ben sette corsi per i detenuti per sancire un contatto più stretto con gli animali e cioè un corso per dog trainer, per operatore per interventi assistiti per animali, un centro recupero per animali selvatici e per altre figure professionali.

    Ad aprire simbolicamente il rubinetto dell’acqua corrente, a presentare i progetti e a dare il benvenuto alle autorità che presenzieranno alla cerimonia sarà, la direttrice della casa circondariale, dottoressa Donatella Rotundo.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Il Commissario Straordinario visita l’Istituto Comprensivo “Cilea – Mameli” di Caivano

    Il giorno precedente, il prefetto Filippo Dispenza, coordinatore della Commissione Straordinaria al Comune di Caivano, ha visitato l'Istituto Comprensivo "Cilea - Mameli" di Caivano,...

    Violentò una turista a Sorrento: arrestato tunisino

    Oggi, a Marsala, in Sicilia, i Carabinieri della Compagnia di Sorrento hanno eseguito un'ordinanza di custodia in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di...

    Sold out a Oporto per il festival ‘SEA and YOU’ ideato da Napulitanata, unico spazio-stabile della canzone n...

    La canzone napoletana di Napulitanata seduce l’audience di Oporto e diventa regina del festival SEA and YOU in compagnia di fado e flamenco. Un festival...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE