🔴 ULTIME NOTIZIE :

Pubblicità cannabis di fronte a liceo a Cicciano, scoppia la polemica

Bufera attorno ad una pubblicità di cannabis esposta di fronte ad un liceo di Cicciano, comune in provincia di Napoli. A sollevare il caso è la consigliera regionale della Lega, Carmela Roscigno, presidente della commissione Anticamorra della Regione Campania. Pubblicità cannabis all'ingresso del liceo Enrico Medi di Cicciano "Trovo inaccettabile la...

Afragola, i rapinatori stavano fuggendo al Nord. Le intercettazioni

La banda di rapinatori violenti aveva paura di punizioni del clan Bizzarro-Barbato

afragola rapinatori

    Stavano per scappare al Nord Italia perchè temevano “punizioni” da parte del clan Bizzarro Barbato di Afragola i sei  rapinatori violenti fermati ieri dai carabinieri con un decreto della Dda di napoli.

    Sono gli autori di tre rapine in altrettante tabaccherie per un bottino di circa 50mila euro, e due tentate rapine ai danni di una farmacia e un supermercato, fallite per solo la presenza dei carabinieri. (sono quelli accertati): ma ne avrebbero commesso degli altri. Sono tutti originari del rione Salicelle e oggi compariranno davanti al gip per l’udienza di convalida.

    Si tratta di Gioacchino Cornacchia (20 anni), Gioacchino D’Angelo (35 anni), Davide Cositore (22 anni), Aniello Piscolo (21 anni), Ferdinando Caccavale (21 anni) e Francesco Capasso (33 anni). A loro carico accuse di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di rapine aggravate e detenzione e porto abusivo di armi.

    I sei banditi, avevano debiti contratti con gli affiliati al clan Bizzarro Barbato- come riporta Il Mattino- avevano deciso di scappare in Emilia Romagna.

    Le intercettazioni: “Fratè metti soldi da parte per il carcere”

    dalle intercettazioni allegate al decreto di fermo di legge che uno degli arrestati dice al telefono: “Fratè! Mangiati i soldi, spendili, fanne quello che vuoi, ma metti da parte qualcosa per il carcere”. L’altro risponde: “Io in carcere non ci vado, ma se capita, me lo faccio e zitto. Quanto saranno? Cinque anni? E che cosa sono”.

     

    (nella foto a partire da sinistra Gioacchino Cornacchia, Davide Cositore, Ferdinando Cositore, Aniello Piscopo, Francesco Capasso, Gioacchino D’Angelo)

    Iscriviti alla Newsletter

    Ogni mattina le ultime notizie nella tua posta elettronica

    "Scusa Amadeèè, ma a meno 13 fa freddo", e il conduttore di Sanremo 2023 ha tirato ancora di più gli occhi dalla orbite e poi ha sorriso alla battuta del giovane Mario Di Leva, il piccolo protagonista di “Resta con me“, la nuova fiction Rai in onda per otto puntate da domenica sera su Rai Uno. Sul palco dell’Ariston per promuovere la nuova fiction, diretta da Monica Vullo e dall’idea di Maurizio De Giovanni, e co-prodotta da Rai Fiction e Palomar, naturalmente anche l'attore protagonista Francesco Arca. Ma il mattatore assoluto è stato il giovane Mario Di Leva che ha donato...
    Santa Maria a Vico. Resterà agli arresti domiciliari il poliziotto di 49enne che la notte tra sabato e domenica ha sparato e ferito alla gamba un 19enne a Santa Maria a Vico per difendere il figlio che aveva avuto una lite con gli amici della vittima. Lo ha deciso il Gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere che ha convalidato l'arresto del 49enne, effettuato domenica dai carabinieri con l'accusa di lesioni gravi. Gli approfondimenti investigativi realizzati dai carabinieri della compagnia di Maddaloni hanno confermato la dinamica dei fatti, con il 49enne poliziotto - in servizio nel Napoletano alla Polizia Stradale...

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    Leggi anche