Condannato a 11 anni il nipote di lady camorra, Maria Licciardi

SULLO STESSO ARGOMENTO

E’ stato condannato a 11 anni di carcere il 31enne Gennaro Buonocore, figlio di Concetta Licciardi, sorella di lady camorra Maria Licciardi.

L’uomo è stato condannato per il tentato omicidio dell’ex marito della sua compagna. L’aggressione avvenne a gennaio scorso in vico San Vito, nella zona alta di Torre del Greco.

Il 34enne Arturo Manfra, 34enne di Boscoreale  residente al Parco Verde di Caivano si era presentato nell’abitazione in cui Buonocore era con la sua compagna. Ci fu una discussione animata conclusa da cinque fendenti alla sua schiena. Il ferito trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Maresca di Torre del Greco raccontò ai carabinieri l’accaduto.

    Buonocore fu arrestato la stessa notte. E ieri, su richiesta del pm Matteo De Micheli, il tribunale di Torre Annunziata ha condannato Buonocore a undici anni di reclusione per tentato omicidio.L’uomo e’ nel carcere di Napoli-Poggioreale.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Napoli, vede la polizia e cerca di inghiottire le dosi: arrestato a Porta Capuana

    Durante i servizi predisposti dalla Polizia di Stato, i Falchi della Squadra Mobile hanno individuato un individuo che stava per cedere droga a due...

    Spaccio cocaina nel Cilento, 6 misure cautelari

    Spaccio cocaina nel Cilento: 6 persone arrestate da parte dei carabinieri della Compagnia di Agropoli che hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal...

    Arrestati due funzionari del porto di Gioia Tauro: facevano entrare la droga dal Sud America

    I Finanzieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria hanno eseguito un provvedimento che dispone la custodia cautelare in carcere nei confronti di due funzionari...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE