Morte ex presidente Catanzaro calcio, a giudizio quattro medici

SULLO STESSO ARGOMENTO

Quattro medici sono stati rinviati a giudizio dal giudice dell’udienza preliminare di Reggio Calabria per le ipotesi di reato di omicidio colposo e di responsabilità colposa per la morte dell’ex presidente del Catanzaro calcio, Giuseppe Cosentino.

Il decesso, secondo le indagini della Procura della Repubblica diretta da Giovanni Bombardieri, avvenne nella clinica privata “Caminiti” di Villa San Giovanni, dove Cosentino era ricoverato per un intervento di colecistectomia, a causa di un’emorragia addominale, il 13 luglio 2020.

I professionisti rinviati a giudizio sono il chirurgo Antonio Trimarchi, l’anestesista Maurizio Tescione, il medico di guardia al momento del decesso, Luca Messina, e il cardiologo Domenico Antonio Foti. L’inchiesta fu aperta dopo una querela di Ambra Cosentino, figlia dell’ imprenditore deceduto. La prima udienza è stata fissata al prossimo 16 novembre.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




LEGGI ANCHE

Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

Voragine in via Morghen al Vomero: la strada inghiotte due auto. Ferito uno degli occupanti

Tragedia sfiorata intorno alle 5 di stamane. Evacuato un edificio

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE