Giugliano, la banda della Golf nera ruba in una casa: la vittima posta il video sui social

SULLO STESSO ARGOMENTO

Le hanno portato via tutto, soprattutto la serenità. A Giugliano in Campania degli uomini, con il volto nascosto da cappellini e mascherine, dopo essere arrivati a bordo di una Golf nera hanno forzato il cancello di un’abitazione per introdurvisi e mettere a segno il colpo.

La proprietaria dell’appartamento, la signora Anastasia, ha pubblicato sui social le immagini delle telecamere di videosorveglianza che mostrano i tre uomini, più un quarto alla guida dell’autovettura, che si introducono in casa sua.

“Si sono presi tutto, l’oro mio, orologio di valore e soprattutto l’oro del battesimo di mia figlia. So che non riavrò nulla, ma sti pezzi di me… la devono pagare. Quindi vi chiedo di far girare questo video così da far riconoscere il più possibile questi individui. Zona Napoli-Giugliano”, scrive la donna su Instagram.

    Anastasia si è anche rivolta al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli per lanciare un appello attraverso le immagini della sua casa razziata mentre lei, con la voce rotta dalle lacrime, fa il resoconto di quello che è stato portato via: “Consigliere, vorrei che diffondesse questo video in modo che si sappia il dolore che si prova quando qualcuno viola l’intimità delle mura domestiche e ti porta via i ricordi di una vita e gli oggetti dei tuoi figli. Spero che i ladri provino almeno vergogna”.

    “Speriamo vivamente che quei delinquenti vengano al più presto individuati ed arrestati. Ci aspettiamo in quel caso condanne esemplari. – commenta Borrelli- I cittadini sono disperati ed esausti, vivono in balia dei criminali e nel terrore di poter essere derubati ogni giorno.

    Ci sono vaste zone del nostro territorio, sempre più numerose, dove la sicurezza è un concetto del tutto estraneo.Noi da tempo chiediamo un’implementazione importante dei sistemi di videosorveglianza e molti più agenti per le strade.

    Queste due misure da sole non possono, però, bastare per arginare il fenomeno criminale. Senza pene certe e dure non ci sarà mai un vero deterrente. Il tempo delle impunità deve cessare”.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Maurizio Costanzo: stasera il ricordo al Teatro Parioli

    Il 24 febbraio 2023, il mondo della televisione italiana ha perso Maurizio Costanzo, una delle figure più influenti tra giornalisti, scrittori e presentatori. A...

    Stupri a Caivano, il gip dispone il rito immediato per i 7 minorenni

    Il gip del tribunale dei minorenni di Napoli, Umberto Lucarelli, ha accolto le richieste della procura e disposto il giudizio immediato per i 7...

    Maxi-risarcimento da 190mila euro ad un lavoratore esposto all’amianto

    L’avvocato Domenico Carotenuto: «La Giustizia italiana si è dimostrata attenta e imparziale nella gestione di questa vicenda»

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE