Capodrise, la polizia scopre cantiere stradale “invisibile”: 7 denunce

SULLO STESSO ARGOMENTO

Capodrise. Un cantiere stradale invisibile, che a stento si notava, posto al termine di un rettilineo senza alcuna possibilita’ di visuale per i mezzi in transito, in cui vi lavorava in subappalto una societa’ in amministrazione giudiziaria dopo il sequestro avvenuto nell’ambito di un’indagine della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli su un giro di appalti della Rete Ferroviaria Italiana finiti a ditte vicine al clan dei Casalesi.

Lo hanno scoperto a Capodrise gli agenti della Polizia di Stato, che al termine dell’attivita’ hanno denunciato sette persone tra responsabili e lavoratori del cantiere. In particolare i poliziotti del Commissariato di Marcianise guidati da Valerio Consoli hanno notato il cantiere durante un’attivita’ di controllo del territorio; sul posto erano presenti cinque operai, non protetti da alcun dispositivo di sicurezza, intenti ad effettuare dei lavori di scavo al manto stradale, il tutto senza alcuna segnaletica di preavviso per gli automobilisti; i poliziotti hanno riscontrato anche l’assenza di autorizzazione e di dati riconducibili all’attivita’ svolta nel cantiere.

Poco dopo si sono presentati in ufficio i due responsabili della societa’ di Villa Literno che ha avuto l’appalto per i lavori dal Comune di Capodrise, che sono stati denunciati; tra questi figura il 44enne Nicola Schiavone, con precedenti per associazione camorristica.



    I due imprenditori hanno ammesso che ad operare nel cantiere c’era anche un’altra societa’, da loro chiamata; si tratta di una societa’ di Casal di Principe sottoposta ad amministrazione giudiziaria dopo che nel maggio scorso il titolare, l’imprenditore 44enne Antonio Magliulo, era finito in manette nell’ambito dell’indagine sui Casalesi. In strada, a lavorare, c’era il fratello di Magliulo, Fabio, di 34 anni, che e’ stato denunciato.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    LEGGI ANCHE

    Castellammare, pensionato ritrova libretto postale 1941: oggi vale 23mila euro

    Mario Lancellotta, pensionato di Fornelli in Provincia di Isernia, ma residente da anni a Castellammare di Stabia, ha fatto una scoperta straordinaria nella casa disabitata del nonno Alberto. Ha infatti trovato un libretto postale con un saldo di 979 lire del 1941, intestato al nonno scomparso durante la Seconda Guerra Mondiale. Mario potrebbe ricevere un rimborso di circa 23 mila euro grazie a uno studio condotto da un consulente. Ha incaricato gli avvocati di Associazione Giustitalia...

    Oroscopo di oggi 2 marzo 2024

    Oroscopo di oggi 2 marzo 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno Ariete: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e determinato. Sfrutta questa energia per concentrarti sui tuoi obiettivi e per portare a termine i compiti in sospeso. Toro: Potresti sentirti un po' confuso oggi, ma non lasciarti scoraggiare. Cerca di restare concentrato e di affrontare le sfide con determinazione. Gemelli: Oggi potresti essere particolarmente comunicativo e socievole. Approfitta di questa energia per stringere nuove amicizie e...

    Camorra a Caivano, il clan Ciccarelli contro i pentiti: “…Guappi di cartone”

    Salvatore Ciccarelli fratello del boss su tik tok si scaglia contro Pasquale Cristiano e Mariano Alberto Vasapollo

    Sparatoria in strada a Scafati, obiettivo il pregiudicato Marcello Adini

    Il 43enne Marcello Adini è uscito dal carcere solo tre giorni fa dopo che era stato assolto per l'omicidio di Armando Faucitano

    Sparatoria a Fuorigrotta: pistoleri in azione in via delle Scuole Pie

    Nella zona di Fuorigrotta a Napoli, si è verificata una sparatoria su via delle Scuole Pie. I carabinieri del comando di Bagnoli sono intervenuti, intorno...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE