Covid in Campania, esplosione di casi e ricoveri

SULLO STESSO ARGOMENTO

Il covid in Campania continua la sua ascesa e l’occupazione dei posti letto negli ospedali ha portato la regione alla riapertura dei reparti dedicati ai degenti col virus.

Dalla lettura dei dati contenuti nel bollettino dell’Unità di crisi si registra un nuovo picco del tasso di positività che vola al 37,68%.

Sono 4.837 i nuovi positivi al Covid in Campania, di cui positivi all’antigenico 4.697 e al molecolare: 140. I tamponi processati sono stati 12.835 di cui antigenici: 11.519 e molecolari: 1.316. Il tasso di positività tocca un ulteriore picco, al 37,68% (complice anche il minor numero di tamponi nel weekend) contro il 34,6 del precedente bollettino.

    Le vittime sono dieci, di cui sei nelle ultime 48 ore e quattro risalenti ai giorni precedenti. Restano invariati i ricoveri in terapia intensiva (33) mentre prosegue il trend di crescita dei ricoveri in degenza, giunti a quota 540 (+27 in un giorno).

    Covid in Campania, De Luca: “Posti letto tutti occupati”

    “In queste settimane abbiamo avuto manifestazioni, spettacoli con decine di migliaia di persone. C’è stata una banalizzazione del problema Covid, si è detto che tanto è un’influenza, è un raffreddore, ma abbiamo già i posti letto Covid tutti occupati”.

    Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, intervenuto alla presentazione del servizio di Psicologia di base del servizio sanitario regionale. De Luca ha ricordato che rispetto allo scorso anno “i numeri si sono moltiplicati per 10. Siamo passati dai 120 positivi al giorno di fine giugno 2021 ai 10.500 di oggi, e la cifra è sottodimensionata perché abbiamo migliaia di persone asintomatiche o magari, avendo un po’ di mal di gola, decidono di andare in giro comunque.

    Il virus sarà pure meno aggressivo dal punto di vista della ricaduta sanitaria, ma intanto abbiamo già i posti letto Covid tutti occupati”.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Il video della violenta aggressione ad Antonio Morra e il pugno che gli ha causato la morte

    Le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza del Mandela Forum la sera di giovedì sono chiare: una discussione,  un pugno e una caduta dalle scale. Così ha perso la vita Antonio Morra, 47 anni, originario di Napoli ma residente a Pistoia: è stato aggredito dopo il concerto dei Subsonica...

    Sciame sismico anche sul Vesuvio, scossa in serata di magnitudo 2.1

    Una domenica bestiale: e non è certo quella cantata anni fa da Fabio Concato. E' quella che hanno vissuto tutti i cittadini dei comuni dei Campi Flegrei e di buona parte della città di Napoli. Poi nei pomeriggio ci si è messo anche il Vesuvio. Perché anche l'area del Vesuvio...

    Nisida, rimossi gli ormeggi abusivi dai fondali

    “Ringrazio la Capitaneria di Porto e l’Autorità di sistema portuale di Napoli per aver coordinato sabato mattina un intervento importante sul litorale di Nisida grazie al quale sono stati rimossi dai fondali diversi ‘corpi morti’ utilizzati dagli ormeggiatori abusivi per ancorare le barche dei loro clienti. Grazie a questa...

    Scampia, droga nascosta nel tubo: arrestato 19enne

    Nel pomeriggio di ieri, durante un servizio di controllo del territorio a Scampia, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico hanno osservato due uomini vicino ai porticati di un edificio in via Annamaria Ortese. I due hanno estratto qualcosa da un tubo cementato nell’asfalto e l'hanno scambiata con una...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE