Trecase, traffico di droga tra minorenni: presi in 3

SULLO STESSO ARGOMENTO

Trecase. Avevano messo in piedi un giro di spaccio di marijuana tra minorenni: tre sono stati arrestati stamane.

I militari della Compagnia Carabinieri di Torre Annunziata hanno dato esecuzione a un’ordinanza di applicazione di misure cautelari personali, emessa dal Tribunale per i Minorenni di Napoli – Ufficio G.I.P., su richiesta della Procura della Repubblica per i minorenni, nei confronti di tre indagati, gravemente indiziati in ordine al reato di concorso in spaccio continuato di sostanze stupefacenti.

L’attività di indagine, condotta dai militari e coordinata dalla Procura della Repubblica per i minorenni di Napoli è scaturita dagli approfondimenti svolti a seguito di alcuni tentativi di rapina di autoveicoli, consumati nel settembre 2021 nel comune di Trecase, e del relativo provvedimento cautelare, richiesto e ottenuto da questo Ufficio nel successivo mese di novembre 2021, a carico di uno degli odierni destinatari del provvedimento, il quale, come poi emerso, sarebbe stato anche al centro di una fiorente attività di spaccio di “marijuana”, rivolta anche verso acquirenti minorenni e realizzata unitamente agli altri due presunti correi.

    Per tutti gli indagati è stata disposta la misura cautelare del collocamento in comunità.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Rapinano una commerciante a Telese Terme: denunciati 3 giovani

    Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Cerreto Sannita e della Stazione di Telese Terme (BN), a conclusione di attività d’indagine, denunciavano alla Procura della Repubblica...

    Arrestati 3 “trasfertisti” di Napoli per la rapina alla banca nel varesotto

    Nel gennaio, una banda di origine napoletana ha rapinato la filiale del Credit Agricole a Cocquio Trevisago portando via 95.000 euro dopo aver minacciato...

    Patto camorra”ndrangheta per incassare fondi covid: 15 arresti e 108 indagati

    Sequestrati diamanti e orologi di lusso. I soldi riciclati in Bulgaria.

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE