I giovani del Forum Mondiale del Turismo a Punta Campanella

SULLO STESSO ARGOMENTO

I giovani del Forum Mondiale del Turismo a Punta Campanella: 130 delegati ospiti del summit.

130 delegati del summit ospitato a Sorrento visiteranno l’Area Marina Protetta. Il Presidente Cacace: “Orgogliosi di ospitarli. Turismo green ed educazione ambientale il futuro per il nostro territorio”.

130 giovani provenienti da tutti i continenti visiteranno l’Area Marina Protetta di Punta Campanella. Sono i delegati del Global Youth Tourism Summit (GYTS) che ai sta svolgendo in questi giorni a Sorrento.



    L’evento, promosso dall’Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO)- un organismo dell’ONU- in collaborazione con il Ministero del Turismo e l’Agenzia Nazionale del Turismo (ENIT). vede protagonisti ragazzi tra i 12 e i 18 anni provenienti da 60 paesi del mondo, e ha l’obiettivo di confrontarsi sui temi del turismo e della sostenibilità, con lo sguardo rivolto ad un futuro più consapevole e attento all’ambiente.

    Sabato 2 luglio la visita nell’Area Marina Protetta Punta Campanella che da anni sperimenta e promuove un turismo green, che possa conciliare la tutela con la fruizione di un sito ricco di biodiversità e di bellezze naturalistiche da preservare. Accompagnati dalle guide del Parco Marino, i giovani potranno ammirare le meraviglie dell’area marina con attività di sea-watching. L’iniziativa vede il coinvolgimento diretto della MSC Foundation, del Comune di Sorrento e di Marevivo.

    “Siamo onorati di ospitare i 130 ragazzi del Global Youth Tourism Summit e orgogliosi di offrire il nostro contributo ad un evento internazionale così importante ospitato a Sorrento – dichiara il Presidente dell’AMP Punta Campanella, Lucio Cacace – L’educazione ambientale e un turismo ecocompatibile sono al centro delle nostre azioni. Le giovani generazioni sono molto attente a questi temi che devono necessariamente rappresentare il futuro per un territorio come il nostro.
    Ringrazio Marevivo e la MSC Foundation, con la quale siamo al lavoro per cercare intese e collaborazioni su importanti progetti per il nostro mare”




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    “Strade sicure”, arrivano altri 120 militari per Napoli e provincia

    Operazione "Strade Sicure" in provincia di Napoli: decisa la proroga e il potenziamento delle attività di controllo. Il prolungamento dell'Operazione "Strade Sicure" nell'area metropolitana di Napoli è stato deciso in conformità alla Legge 30 novembre 2023 (n.213. Questa decisione prevede anche l'impiego di ulteriori 120 unità a supporto dell'operazione. Il nuovo personale sarà impiegato per intensificare la sorveglianza nelle zone vicine alle stazioni ferroviarie e in altri luoghi sensibili. L'arrivo delle nuove unità permetterà un potenziamento delle...

    ‘Lucciole all’inferno – a Pier Paolo Pasolini’ in scena al teatro Sala Molière di Pozzuoli

    "Spettacolo teatrale 'Lucciole all’inferno – a Pier Paolo Pasolini' al teatro Sala Molière di Pozzuoli" Il teatro Sala Molière di Pozzuoli ospiterà sabato 2 marzo alle ore 21.00 e domenica 3 marzo alle ore 19.00 lo spettacolo teatrale "Lucciole all’inferno – a Pier Paolo Pasolini", messo in scena da Teatro Grimaldello e diretto da Antonio Grimaldi con Annarita Vitolo, Cristina Milito Pagliara, Elvira Buonocore e Tecla Marino. Attraverso l'immaginario pasoliniano, lo spettacolo esplora il tema...

    Ischia, il giallo di Antonella Di Massa: sarebbe morta ieri. E’ omicidio o suicidio?

    La 51enne di Casamiccola era scomparsa da 12 giorni: ma da un primo esame sul cadavere sarebbe morta ieri. Cosa ha fatto per 11 giorni?

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE