HomeCronaca GiudiziariaCaivano, arrestato per spaccio ma era innocente: scarcerato

Caivano, arrestato per spaccio ma era innocente: scarcerato

google news
caivano spaccio scarcerato
foto di repertorio

Caivano. Arrestato e condotto in carcere con l’accusa di detenere ai fini di spaccio oltre 1220 dosi di marijuana, si e’ sempre professato innocente, spiegando di avere in passato venduto la droga ma di non essere in alcun modo coinvolto in questa vicenda. Nessuno pero’, dal Gip che lo ha interrogato subito dopo l’arresto, al pm, gli ha creduto; solo il giudice monocratico del tribunale di NAPOLI Nord, al termine del processo, e dopo una richiesta di condanna a sei anni e 20mila euro di multa, lo ha assolto e finalmente scarcerato.

E’ la vicenda del 51enne Vincenzo Onesto di Caivano, comune dell’area nord di NAPOLI dove esiste una delle piazze di spaccio piu’ floride e importanti d’Italia, il Parco Verde. Proprio vicino al Parco Verde il 51enne fu arrestato nel gennaio scorso, in un palazzo dove si vendeva lo stupefacente; l’imputato vi si era recato per comprare della droga, ma quando arrivarono i carabinieri lo riconobbero e lo ammanettarono. Onesto, difeso da Gennaro Caracciolo, ha ammesso di essere stato arrestato in passato per spaccio.

“Questa volta non c’entro” ha pero’ ribadito piu’ volte al Gip e al pm, ma e’ finito sotto processo. In aula il testimone che lo accusava ha ritrattato, mentre il pusher, peraltro condannato, ha fatto scena muta. Il Vpo (vice procuratore onorario) si e’ consultato con il pubblico ministero titolare dell’indagine e ha quindi richiesto sei anni e una maximulta. Il giudice Elvira Tevrranova pero’ ha assolto Onesto per non aver commesso il fatto e lo ha liberato dopo cinque mesi di detenzione.

A. Carlino
A. Carlinohttps://www.cronachedellacampania.it
Collaboratore di lunga data di Cronache della Campania Da sempre attento osservatore della società e degli eventi. Segue la cronaca nera. Ha collaborato con diverse redazioni.

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

google news
spot_img

Leggi anche

Omicidio Willy, ergastolo ai fratelli Bianchi, 21 anni a Pincarelli 23 a Belleggia

Omicidio Willy: ergastolo ai fratelli Marco Bianchi e Gabriele Bianchi, 23 anni a Francesco Belleggia e a 21 Mario Pincarelli. E' la sentenza pronunciata oggi...

Sipario su ‘La settimana dello scrittore, ricordando Michele Prisco’

Supario su 'La settimana dello scrittore', ricordando Michele Prisco. Torre Annunziata immagina la seconda edizione. Sipario sulla prima edizione de “La settimana dello scrittore, ricordando...

Calcio Napoli, Coca-Cola diventa Global Partner: l’annuncio del club

SSC Napoli e Coca-Cola annunciano l’accordo che porterà l’azienda a essere al fianco del Club, in qualità di Global Partner, con l’esclusività nella categoria...

Premio Penisola Sorrentina, contest dedicato ai ‘Racconti di Mare’

Premio Penisola Sorrentina, contest dedicato ai 'Racconti di Mare' Napoli da sempre rappresenta una città-icona della cultura e del Mediterraneo. E proprio a Napoli, poche...

CRONACHE TV

1 commento

  1. Quando una persona si dichiara innocente bisogna credergli è rispettare là sua ragione ci stavano una volta i bugiardi ma’ a volte il70% veramente sono innocentei

I commenti sono chiusi.

spot_img

IN PRIMO PIANO

Pubblicita