Giugliano, officina meccanica trasformata in discarica: 2 denunciati

SULLO STESSO ARGOMENTO

Giugliano. Una vasta operazione di contrasto agli illeciti ambientali è stata condotta dai carabinieri della Compagnia di Giugliano in Campania nell’ambito di servizi disposti dal Comando Provinciale di Napoli per la prevenzione e il contrasto ai roghi tossici e alle condotte illecite connesse.

I carabinieri della Stazione di Varcaturo e della Stazione forestali di Pozzuoli, con il supporto di militari del Gruppo di Castello di Cisterna, hanno denunciato due uomini di Giugliano che, senza alcun titolo autorizzativo, avevano un’officina meccanica.

All’interno dell’attività illecita un’ingente quantità di rifiuti di vario genere, scarto dei processi produttivi (batterie esauste, pneumatici in disuso, olii e vernici altamente inquinanti) e lo scarico abusivo in fogna delle acque reflue. Sequestrata l’intera attività di circa 150 metri quadrati.

    Denunciati anche due persone di origine romena sorpresi a trasportare, senza alcun titolo abilitativo, 4 quintali di rifiuti speciali che sarebbero verisimilmente stati versati sul suolo pubblico.

    I militari hanno poi sanzionato il titolare di un autolavaggio per irregolare tenuta dei registri di carico e scarico dei rifiuti ed hanno anche individuato una area demaniale di circa 100 metri quadrati piena di rifiuti solidi urbani ed ingombranti per la quale sono state avviate le procedure di rimozione e ripristino dei luoghi.



    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    “Giustizia per Fulvio”: la madre e l’Università di Napoli chiedono verità

    "Giustizia per Fulvio" è il grido che unisce la madre di Fulvio Filace, Rosaria Corsaro, e l'Università Federico II di Napoli, dove il giovane...

    Violentò una turista a Sorrento: arrestato tunisino

    Oggi, a Marsala, in Sicilia, i Carabinieri della Compagnia di Sorrento hanno eseguito un'ordinanza di custodia in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di...

    Lumache giganti vive in valigia: sequestro in aeroporto a Napoli durante controllo a nigeriano

    Durante un controllo nell'aeroporto di Capodichino a Napoli, i funzionari dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli hanno individuato un cittadino nigeriano proveniente dal Benin...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE