Camorra, il questore di Napoli: “E’ un tumore, non smettere di parlarne”

Lo ha detto il questore di Napoli, Alessandro Giuliano, in occasione della festa per i 170 anni della Polizia, a Pietrarsa.

google news
camorra alessandro giuliano
foto di repertorio

Napoli. ”Voglio dirlo anche oggi qui: la camorra e’ un tumore di cui non si deve mai smettere di parlare. Anzi, se ne dovrebbe parlare di piu’ e non solo da parte dei cosiddetti addetti ai lavori ma tutti dovremmo essere addetti ai lavori su questo tema.

Un tumore su cui mai deve essere abbassata la guardia sia perche’ impoverisce questa meravigliosa terra, sia perche’ si nutre a sua volta della poverta’ materiale ed educativa, della marginalita’, della mancanza di prospettiva e addirittura della mancanza di speranze”.

Lo ha detto il questore di Napoli, Alessandro Giuliano, in occasione della festa per i 170 anni della Polizia, a Pietrarsa. Giuliano ha sottolineato “la sagace e meritoria opera della Direzione Distrettuale Antimafia, delle altre procure del territorio e degli uffici investigativi di tutte le forze di Polizia non puo’ non essere affiancata dall’educazione, dalla cultura, dal decoro urbano, dalla creazione di opportunita’, luoghi di aggregazione adeguati, di attivita’ sane come lo sport. E a questo proposito non posso non ringraziare le nostre Fiamme Oro per cio’ che fanno per i giovani di questa citta”’.

google news

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

Leggi anche

Napoli, tour gratuito nell’arte urbana con ‘Ponticelli contemporanea’

Sabato 1° ottobre viaggio tra le bellezze della periferia orientale.

Ex sindaco colluso col clan dei Casalesi, la Cassazione ordina nuovo processo

Annullamento con rinvio per Enrico Fabozzi, ex sindaco di Villa Literno ed ex consigliere regionale PD

Il bidello assassino di Melito non collabora. La figlia: “Mi vergogno”

Convalidato il fermo di Giuseppe Porcelli, per la procura è lui l'assassino del professore di sostegno Marcello Toscano

Napoli, Bassolino: ‘Stop funicolare Chiaia problema serio’

La critica di Antonio Bassolino, ex sindaco di Napoli: "Impreparati a una scadenza nota da tempo"

IN PRIMO PIANO

Pubblicita